Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 novembre - Aggiornato alle 20:21

Caserta e il testacoda col Gubbio: «Occhio, ogni partita ha una storia a sé»

Domani il Perugia impegnato nel derby, il tecnico mette in guardia: «La classifica non conta». Ballottaggi in mediana

Mister Fabio Caserta

«Lo avevo già detto nei giorni scorsi, è vietato sottovalutare gli avversari. La squadra ha dato segnali di ampia maturità sotto questo punto di vista e quindi penso che non snobberà il Gubbio». E’ la vigilia della straregionale (sabato ore 15 al Curi) ed il Perugia in serie positiva da sette gare cerca nuovamente l’assalto alla vetta della classifica. Fabio Caserta conosce bene le insidie che si celano dietro i cosiddetti testacoda… «La classifica non conta perché ogni partita ha una storia a sé, tra l’altro il Gubbio è un’ottima squadra che ha giocato anche partite importanti dal punto di vista della prestazione. Un avversario sicuramente temibile», prosegue nella disamina il tecnico biancorosso che poi si sofferma anche sui singoli e sulle disponibilità dei vari Grifoni: «Mancheranno soltanto Negro e Murano ancora infortnati, Kouan è sulla via del completo recupero ma non ancora al 100%, occorre non avere fretta da questo punto di vista. Scelte di gioco? Vedremo… I ragazzi devono lavorare giorno dopo giorno per migliorare, sono sicuramente sulla buona strada. Pressione? Se non la vuoi non devi venire a Perugia», chiude l’allenatore biancorosso.

Formazione Possibili cambiamenti in mediana rispetto alla partita di Carpi. Davanti a Fulignati conferme per Sgarbi, Angella e Monaco. Quindi sulle fasce ci sono Rosi (che però potrebbe scalare in difesa con l’inserimento di Elia) e Favalli (in ballottaggio col rientrante Crialese). In regia c’è da sciogliere il dubbio Burrai-Moscati, potrebbero anche giocare insieme con Sounas come mezzala. In avanti Melchiorri e Bianchimano.

I commenti sono chiusi.