sabato 20 luglio - Aggiornato alle 18:21

Calcio umbro in lutto, è morto l’ex capitano del Grifo Dante Fortini

E' morto venerdì l'ex capitano del Perugia Dante Fortini. L'ex calciatore ed allenatore era da tempo malato

E’ morto venerdì lo storico capitano del Perugia degli anni ’60 Dante Fortini. Aveva 76 anni. L’ex calciatore ed allenatore era da tempo malato.

Una bandiera «La società AC Perugia calcio – si legge in un comunicato – esprime il più sincero cordoglio per la scomparsa di Dante Fortini avvenuta ieri sera, all’età di 76 anni. Capitano per undici anni del Perugia degli anni ‘50-‘60, che ha avuto tra gli altri Guido Mazzetti come allenatore e Lino Spagnoli presidente, è stato un’autentica bandiera del calcio perugino. Originario di Ferrara“attaccante di movimento”, come si sarebbe detto oggi, che aveva un grande senso tattico più al servizio dei compagni che come realizzatore. Dante Fortini, che lascia la moglie Nadia e i figli Nicoletta e Michele, merita un posto importante nella storia del Grifo per l’attaccamento ai colori biancorossi, per la sua grande disponibilità umana, per aver scelto Perugia come residenza della sua famiglia. Ai familiari le più sentite condoglianze della società e dei tifosi del Perugia di ieri e di oggi».

La carrera da allenatore Alla fine della sua carriera (360 partite in maglia biancorossa) Guido Mazzetti lo aveva voluto come  vice allenatore nella storica promozione dalla serie C alla serie B nella stagione 1965-1966. Successivamente si trasferì come allenatore in seconda a Terni per collaborare con la Ternana di Corrado Viciani. Dopo le due esperienze in Umbria, Fortini salpò per traguardi importanti come allenatore della Cremonese del presidente Luzzara. In seguito svolse la propria attività in diversi club, da Barcellona Pozzo di Gotto a Barletta, da Andria a Giulianova, Campobasso, Bisceglie e Barletta, dove è rimasto per 8 stagioni consecutive, con un intermezzo a Foligno. Fortini riuscì a coronare il sogno della sua lunga carriera guidando l’Ascoli di Costantino Rozzi in serie A per due stagioni, fino a quando non è stato fermato dalla malattia. Il capitano delle “cento battaglie” del Perugia è sempre rimasto vicino alla squadra del suo cuore e sono in molti a ricordarlo nella tribuna del “Curi” fino a pochi mesi fa.

I funerali Le esequie si svolgeranno lunedì 19 marzo alle ore 15 nella Chiesa Parrocchiale di Ponte San Giovanni. La messa di suffragio sarà concelebrata dal fratello di Dante Mons. Carlo Fortini della Diocesi di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.