giovedì 19 settembre - Aggiornato alle 04:23

Buonaiuto show, il Perugia rimonta il Brescia ed avanza in Coppa Italia

Assist e gol da urlo per l’attaccante, che entra in campo e cambia volto al Grifo. Ai supplementari grande vittoria dei biancorossi

L’esultanza dei Grifoni ©️Fabrizio Troccoli

di Daniele Sborzacchi

Entra Buonaiuto e si illumina il Perugia. E come si illumina… Assist e gol da cineteca per l’attaccante ex beneventano, il Grifo rimonta il Brescia neopromosso in serie A ed avanza al quarto turno di Coppa Italia in una serata da ricordare. E’ il 92′ quando Melchiorri, servito con un ‘cioccolatino’ dal compagno di squadra scatenato a sinistra, trafigge Joronen regalando i supplementari ad una squadra, quella biancorossa, sino ad allora sembrata generosa ma poco concreta. E poi la staffilata da 30 metri di un Buonaiuto ‘stellare’ che ha mandato in visibilio il Curi. Per la serie, se qualcuno aveva ancora dubbi sulle qualità di questo giocatore, che ha voluto fortemente rimanere in biancorosso rinunciando anche ad ingaggi maggiori, è servito. Morale alle stelle per i Grifoni, in vista del debutto in campionato in programma domenica prossima, sempre al Curi, contro il Chievo.

La partita Il Perugia parte a spron battuto cercando di sfruttare gli spunti in velocità di Capone e Fernandes, ma al di là della bella manovra, di concretezza in attacco ne viene fuori poca. Più robusto il Brescia, che soprattutto in attacco col tandem Torregrossa-Donnarumma dà l’impressione di poter incidere, anche se Vicario non corre grossi rischi. Il sinistro di Fernandes ed il colpo di testa di Magnani che pochi minuti prima aveva sfiorato l’autogol sono conclusioni fuori misura che vanno comunque segnate sul taccuino, prima del patatrac difensivo che punisce il Grifo. Sgarbi e Gyomber, sino a quel momento impeccabili, cincischiano col pallone e il ‘falco’ Donnarumma è abile a presentarsi davanti all’estremo biancorosso trafiggendolo di precisione. Un errore grossolano lo commette nella ripresa anche l’ex Magnani, ma Iemmello non è cinico come l’omologo bresciano ed esalta i riflessi di Joronen, mancando una palla gol clamorosa. Con l’ingresso in campo di Buonaiuto il Perugia cresce notevolmente, lo dimostra il pallone perfetto offerto dall’ex beneventano a Melchiorri, che in tutto si vede negare la gioia del gol dalla paratona dell’estremo ospite. Ma la palla buona all’attaccante marchigiano capita ancora, sempre con un grande Buonaiuto che fa la differenza seminando panico a sinistra: tocco vellutato in mezzo e stavolta Joronen, ancora bravo a respingere un primo tentativo, nulla può. Si va ai supplementari, dove ancora Buonaiuto incanta con una prodezza incredibile: sventola da 30 metri che si insacca facendo esplodere il ‘Curi’. Il Brescia è sulle gambe, Iemmello impegna ancora Joronen con un destro troppo centrale. Passano i minuti, il Grifo ha più benzina in corpo  e controlla il da farsi (con qualche patema per il rosso a Rosi, fallo da ultimo uomo): è una gioia di quelle da ricordare.

Perugia – Brescia 2-1
PERUGIA (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Di Chiara; Falzerano (12′ st Kouan), Carraro, Dragomir (8′ sts Ranocchia); Fernandes (32′ st Melchiorri), Capone (15′ st Buonaiuto); Iemmello. A disp.: Ruggiero, Leali, Nzita, Rodin, Mazzocchi, Bianchimano, Falasco, Angella. All.: Oddo.
BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Chancellor, Magnani (5′ pts Tremolada), Mateju; Bisoli, Tonali (45′ st Viviani), Zmrhal (32′ st Curcio); Spalek; Torregrossa, Donnarumma (39′ st Aye). A disp.: Alfonso, Mangraviti, Morosini, Martella. All.: Corini.
ARBITRO: Piccinini di Forlì (assistenti Passeri di Gubbio, Gori di Arezzo, IV Dionisi de L’Aquila)
MARCATORI: 43′ pt Donnarumma, 47′ st Melchiorri, 8′ pts Buonaiuto
NOTE: Spettatori 4478. Espulso al 15′ sts Rosi per fallo da ultimo uomo. Ammoniti Iemmello (P), Carraro (P), Melchiorri (P), Dragomir (P), Bisoli (B). Angoli 2-2.

 

I commenti sono chiusi.