Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 3 dicembre - Aggiornato alle 14:48

Bartoccini Fortinfissi Perugia, buon avvio e poi Monza sale in cattedra

Le ‘magliette nere’ sconfitte in Brianza, non bastano 18 punti di Ortolani: «Ma sono positiva, stiamo crescendo»

Il muro delle perugine

La Bartoccini Fortinfissi Perugia mostra il suo potenziale nel primo set vincendo 26-28, ma poi si arena in quel di Monza contro il Saugella Team che vince 3-1 e mantiene la terza posizione in classifica. Una partita comunque abbastanza equilibrata per la compagine di coach Mazzanti, che dopo la vittoria all’esordio nella sua prima da coach delle perugine, conosce la prima battuta d’arresto.

SAUGELLA MONZA – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 3-1
(26-28 25-20 25-23 25-21)
SAUGELLA MONZA: Orro 3, Meijners 16, Danesi 12, Van Hecke 21, Begic 6, Heyrman 10, Parrocchiale (L), Orthmann 10, Squarcini, Davyskiba, Carraro. Non entrate: Negretti, Obossa. All. Gaspari.
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Carcaces 11, Aelbrecht 7, Di Iulio 2, Havelkova 15, Koolhaas 10, Ortolani 18, Cecchetto (L), Angeloni, Casillo, Agrifoglio. Non entrate: Mlinar, Rumori, Scarabottini. All. Mazzanti.
ARBITRI: Prati, Braico.
Durata set: 35′, 34′, 33′, 32′; Tot: 134′.

Il commento di Ortolani «Sono comunque positiva perché stiamo crescendo – dice l’opposto di Perugia -, abbiamo avuto molti alti e bassi però abbiamo fatto vedere anche delle cose belle. Sono convinta che cresceremo ancora di più, abbiamo il margine per poterlo fare, la cosa più importante ora è restare unite e positive perché veniamo da molte sconfitte ed una sola vittoria nell’ultimo periodo. Partite come queste comunque fanno molto bene sia dal punto di vista del ritmo che per quello che si può imparare affrontando una squadra di alto livello come Monza, che ha un grande organico ed una panchina lunga, con molti cambi di alto livello, per noi come dicevo è servito comunque per valutarci e crescere. L’obbiettivo ora è fare più punti possibili per toglierci dal fondo della classifica perché penso che non ce lo meritiamo, dovremo sicuramente lavorare ancora tanto e mettere anche un poco in più di spensieratezza, perché in alcune situazioni sembra che abbiamo il freno a mano tirato per così dire, oggi nel primo set è capitato anche a me, dobbiamo giocare divertendoci poi il talento verrà fuori da solo».

I commenti sono chiusi.