venerdì 6 dicembre - Aggiornato alle 20:23

Bartoccini Fortinfissi Perugia, arriva Brescia ed è caccia alla prima vittoria: «Massima concentrazione»

Sabato al PalaBarton le ‘magliette nere’ contro le sorprendenti lombarde. Mio Bertolo: «Dovremo difendere molto

La centrale Giulia Mio Bertolo in attacco

Si accendono le luci del PalaBarton, questa volta di sabato pomeriggio alle 18 per l’anticipo della settima giornata del campionato di serie A1 femminile, stagione 2019/20. Le ‘magliette nere’ della Bartoccini Fortinfisi Perugia Psono reduci dalla partita contro la Zanetti in cui hanno riportato un solo punto in più in classifica, che ancora non consente di muoversi dall’ultimo posto nel tabellone ma che avvicina le dirette avversarie ad una sola vittoria di distanza. A dar battaglia nella prossima gara arriverà la Millenium Brescia, guidata da coach Enrico Mazzola, che al momento sembra essere la vera squadra rivelazione del campionato. La formazione lombarda ha fatto già tremare chi in classifica ricopre le primissime posizioni, essendo riuscita ad avere la meglio sia su Firenze con un netto 3-0, che su Novara al tie-break. Reduci da uno stop nella scorsa giornata contro Casalmaggiore, la palleggiatrice Valeria Caracuta e compagne arriveranno al PalaBarton desiderose di un pronto riscatto, poiché la qualificazione alle ‘final eight’ di coppa Italia può scivolare via in un attimo visto il fiato sul collo di Scandicci, Bergamo e Chieri. Le bocche da fuoco più temibili saranno sicuramente la bresciana Camilla Mingardi (nella scorsa giornata 22 punti messi a referto in quattro set), le schiacciatrici Veronica Jones Perry e Maria Segura, oltre alla centrale canadese Kelsey Veltman.

Il parere di Mio Bertolo «Brescia sta giocando molto bene – ha detto la giocatrice di Perugia Giulia Mio Bertolo –, anche se ha cambiato molto a livello di organico. È rimasta una squadra che difende tantissimo, quindi dovremo essere concentrate per tutta la partita e cercare di fare punto il prima possibile, provando possibilmente a difendere molto anche noi». A confermare il pensiero della centrale anche l’assistente Gian Luca Ricci: «Dovremo avere molta pazienza, Brescia è una squadra che difende molto e ha un terminale di attacco veramente buono. La chiave sarà quella di leggere bene il loro gioco, cercando di contenere gli attacchi del loro opposto, avere pazienza per poi approfittare delle eventuali sbavature altrui».

I commenti sono chiusi.