domenica 9 dicembre - Aggiornato alle 20:54

Grifo flop, trasferte stregate: i biancorossi fanno solo 0-0 con il Barletta penultimo in classifica

BARLETTA (3-4-3): Liverani, Romeo, Camielleri, Cane, Di Bella, Pippa, D’Errico, Legras, Picci (45’st Zigon), Cicerelli (36’st Prutsch), Mantovani (27’st Branzani). A disp.: Vaccarecci, Maccarone, Cascione, Ilari. All.: Orlandi.
PERUGIA (4-3-3): Koprivec, Comotto, Sini, Filipe, Massoni (48’pt Daffara), Scognamiglio, Sprocati, Vitofrancesco (32’st Mungo), Mazzeo (1’st Eusepi), Moscati, Fabinho. A disp.: Stillo, Conti, Insigne, Bijimine. All.: Camplone.
RETI: nessuna.
ARBITRO: Mangialardi di Pistoia.
NOTE: Ammoniti: Sini, Cane, Romeo, Daffara, Liberano, Fabinho, Di Bella. Espulsi: D’Errico (38’st) per entrata da tergo su Mungo. Angoli: 1-3. Recuperi: pt 3′, st 3′.

Primo tempo

1′ Partiti!
15′ La prima chance è del Perugia, e arriva su calcio d’angolo. Comotto da due passi incorna, Liverani compie il miracolo. Grifoni a gestire, fino a questo punto, padroni di casa a contenere. Mazzeo punge in contropiede, ma è in fuorigioco. Poi, ancora Mazzeo, che di testa sfiora il palo.
30′ D’Errico, per il Barletta, cerca la sforbiciata ma non trova il bersaglio. Mazzeo fa quello che di norma gli riesce meglio: gioca tra le linee, cerca di aprire spazi buoni per l’inserimento di ali e mezzali. Il Grifo a sinistra, sulla catena Moscati-Sprocati gira a dovere, a destra arranca. Il Barletta piano piano entra in partita, non trova sbocchi però. Moscati verticalizza per Mazzeo (27′), anticipato in parata bassa da Liverani.
45’+3′ Filipe cincischia e per poco non agevola un attaccante del Barletta, in piena area. Il match vive un momento di stasi, Mazzeo colleziona un paio di offside e Moscati cerca il bersaglio dalla distanza, ma trova il fondo. Mantovani, Picci e Massoni incocciano in area e vanno giù: Mangialardi lascia correre. Primo tempo sterile, nel complesso, per i grifoni: qualche fiammata e poco più, chiude la frazione un tentativo di Picci che si spegne sui cartelloni pubblicitari. Prima della sosta, Massoni lascia il posto a Daffara (Comotto si sistema centrale).

Secondo tempo

1′ Squadre in campo per la ripresa, nel Perugia esce Mazzeo ed entra Eusepi.
15′  Il Barletta aumenta il pressing, ora più alto, a stanare i biancorossi nella propria metà campo. Al 9′, su iniziativa di Fabinho, Eusepi arriva al tiro da posizione invitante ma Liverani gli nega la rete. Al 13′ D’Errico sventaglia in area e Mangialardi vede un mani di Daffara: rigore. Picci calcia, Koprivec intuisce e lo score resta invariato.
30′ Inconcludenti, i primi trenta giri di lancette della ripresa. Il Perugia cerca di reagire alle difficoltà del pronti-via, trovando appena una spizzata di Eusepi (di testa, su punizione battuta da Vitofrancesco) che finisce alta sopra la traversa. Moscati è sveglio, Sini cicca una manciata di cross facili facili. «Il Perugia – dicono in cronaca, e hanno ragione – ha la fretta ma non le idee per colpire gli avversari».
45’+3′ Barletta in dieci, causa espulsione di D’Errico che a centrocampo pensa bene di stendere Mungo, apparentemente senza motivo. Massoni, ancora stordito dalla botta ricevuta nel primo tempo, viene accompagnato da Rubeca negli spogliatoi. Risultato deludente, lo 0-0 per il Perugia, che subisce pure l’onta di incassare l’ultimo colpo di reni locale: su errore di Daffara, il Barletta, però, fallisce il colpo del ko con Zigon (appena entrato). Santopadre saluterà il ‘Puttilli’ di Barletta con queste parole: «Sono sconcertato, ora faccio solo brutti pensieri»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.