mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 04:24

Arriva l’ex Nesta con l’eterno rivale Frosinone: «Perugia, devi dare tutto»

Martedì sera turno infrasettimanale per il Grifo, Sgarbi in dubbio. Oddo: «La continuità in questo campionato è fondamentale»

Massimo Oddo dirige i suoi durante la partita

di D.S.

«Qualcosa si cambierà. Come sapete ogni partita è una storia diversa, in base alle esigenze che la stessa può richiedere. O meglio, in base a quello che il tecnico pensa la partita possa richiedere». Massimo Oddo è chiaro alla vigilia del big-match col Frosinone, in programma martedì sera (ore 21) al Curi. Possibili avvicendamenti nell’undici, un undici in cui tutti vogliono comparire. «Bisogna accettare le scelte, i giocatori devono sentirsi arrabbiati e dimostrare la grande voglia di giocare allenandosi al massimo durante la settimana e mostrando di dare tutto quando viene chiamato in causa. Come ha fatto Iemmello a La Spezia… Di sicuro c’è sempre una motivazione nelle scelte dell’allenatore. Possono essere di ordine mentale, tecnico, tattico, ambientale, disciplinare. Ecco, con Iemmello ho parlato da fratello maggiore (riferimento alla dichiarazione dell’attaccante che si aspettava di giocare titolare a La Spezia, ed alla risposta del tecnico che ha detto che deve giocare meglio, ndr). Di sicuro ci vuole sempre rispetto, non tanto per l’allenatore che è abituato alle critiche, ma soprattutto verso i compagni. Una cosa la ribadisco, il nostro spogliatoio è fantastico, poi chiaro che ci sono caratteri differenti e Pietro è un ragazzo intelligente, ha già capito e dopo la partita ci ho parlato subito serenamente. Non ci sono problemi».

Avversario Chiusa la parentesi Iemmello, focus sul Frosinone dell’amico, nonché grande ex, Alessandro Nesta. «L’ho visto ad Ascoli in occasione dei calendari. Come mi aspetto il Frosinone? I punti che ha credo siano quelli che si merita, come noi ci meritiamo i nostri in fin dei conti, di sicuro dobbiamo pensare a noi. Domenica scorsa ero arrabbiato perché dovevamo gestire meglio la partita ed essere meno frenetici in determinate circostanze, avere più lucidità. Per questo serve l’esperienza, ciò che abbiamo fatto deve servirci da lezione. Conosciamo pregi e difetti del Frosinone, daremo il massimo per vincere ovviamente ma non deve esserci pressione di vincere a tutti i costi, perché la stagione è lunga e la continuità è fondamentale».

I singoli «Buonaiuto? Ha delle qualità straordinarie, deve migliorare dal punto di vista tattico, nei movimenti senza palla. Perché ad esempio se un giocatore corre male anche senza palla, mette in difficoltà tutta la squadra. Capone è giocatore incredibile, fortissimo. A La Spezia ha fatto quello che gli ho chiesto nei movimenti, poi deve avere più furore agonistico, ma lo sa. E dico lo stesso di Fernandes, deve essere più cinico perché crea palle-gol ma deve essere più concreto sotto porta».

Formazione Tutti a disposizione tranne l’infortunato Angella. Possibile il ritorno al 4-3-1-2 con Fernandes alle spalle di Falcinelli e Iemmello. In mediana Falzerano tornerà titolare, con Carraro, Balic, Kouan e Dragomir che si giocano le altre due maglie da titolare. In difesa torna Di Chiara a sinistra mentre Sgarbi non è al top per una piccola infiammazione muscolare. Si scaldano Rodin e Falasco.

I commenti sono chiusi.