Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 26 settembre - Aggiornato alle 09:23

Angelana, mister Pierotti al primo bilancio: «Grande organizzazione, abbiamo ragazzi che faranno benissimo»

Il tecnico dei giallorossi fa il punto dopo le prime due settimane di lavoro. «Con Athletic Bastia e Piccione sgambate proficue»

Due settimane di lavoro intenso, due settimane per provare a scoprire cosa si nasconde dietro la nuova Angelana di Luca Pierotti, curioso tanto quanto i suoi ragazzi di capire il reale potenziale di un gruppo che promette bene, ma che sa di avere tanta strada da fare. “Se le prime sensazioni hanno un valore, e credo che sia così, allora dico che abbiamo cominciato davvero un bel percorso”, spiega il tecnico giallorosso. Contento di come sono andate le prime giornate di lavoro, con tante doppie sedute utili per mettere in ordine le idee. “La cosa che più mi preme è di creare un gruppo che possa viaggiare alla stessa velocità. Non ci possiamo permettere di lasciare indietro nessun ragazzo, perché c’è da marciare compatti sin da queste prime settimane di preparazione. Sui cosiddetti over non avevo molti dubbi: c’è gente abituata a giocare a queste latitudini, elementi che si sono messi subito a disposizione e che hanno preso per mano i compagni più giovani. Sui sottoquota posso dire che di talento ce n’è in abbondanza, ma servirà tempo per riuscire a portare tutti al livello che un campionato come l’Eccellenza che verrà richiede. È un fatto anche di mentalità: molti elementi non sono abituati a stare con i “grandi”, e pertanto c’è bisogno di portare pazienza e aiutare a crescerli in fretta. Per questo ritengo fondamentale la crescita del gruppo, prima ancora che dei singoli: uno spogliatoio che funziona bene è alla base di ogni successo”.

Due test, dieci gol I test contro Piccione e Athletic Bastia hanno chiuso la fase di lavoro iniziale: “Sgambate proficue, nelle quali ho avuto modo di ruotare gli effettivi e constatare che la condizione è già buona. Chiaramente sono amichevoli d’agosto, non guardo certo al risultato ma solo alla crescita di squadra e ad alcuni dettagli tecnici”. Contro il Piccione mercoledì 10 agosto l’Angelana s’è imposta per 4-0 con reti di Ventanni, Pelosi e Jessiman (più un’autorete), contro l’Athletic Bastia nel test disputato sabato mattina a Costano è arrivato un 6-1 firmato da Pelosi, Confessore, Ravanelli e dalla tripletta di Boldrini. Alle gare non ha preso parte Bolletta, che da inizio preparazione fa i conti con un problema al tallone. “Speriamo di recuperalo presto – ha aggiunto Pierotti – ma si portava dietro questo problema dalla passata stagione e purtroppo appena ha ripreso a lavorare ha accusato nuovamente un fastidio”.

Le doti del gruppo La nuova Angelana di Pierotti ha un’identità chiara a livello tattico (4-3-1-2) ma anche una tendenza a cambiare a seconda delle situazioni. “Ho detto ai ragazzi che non esistono né titolari, né moduli di riferimento. Dobbiamo essere pronti per qualsiasi evenienza: i numeri o gli schemi lasciano il tempo che trovano, ciò che conta sono l’atteggiamento e la disponibilità a sacrificarsi per sé e per i compagni. Ho avuto modo di apprezzare le doti umane del gruppo e sono convinto che la base sia ottima, ma c’è comunque ancora tanto da lavorare per arrivare pronti alle gare ufficiali”. A far contento il tecnico è stato però l’impatto sul pianeta Angelana: “Ho trovato una società molto attenta alle nostre esigenze, uno staff competente e grande disponibilità al dialogo e al confronto da parte di tutti. Devo dire che lo start è stato davvero molto positivo, nonostante ero preoccupato del fatto che, partendo il 1° agosto, non avremmo avuto molto tempo per entrare in ritmo quando sarebbero arrivate le prime partite vere. Ringrazio la dirigenza per quanto sta facendo perché ho davvero potuto riscontrare un alto senso di professionalità e organizzazione”. E se il mercato ancora potrebbe portare qualche innesto, a Pierotti la coperta appare già sufficientemente lunga. “I direttori Gervasi e Mancinelli si sono mossi bene e per tempo, soprattutto nei sottoquota hanno lavorato con grande intelligenza, ora tocca solo a noi completare l’opera. Gli ultimi due innesti, cioè Minuti e Paladino, sono davvero dei valori aggiunti importanti, perché parliamo di ragazzi destinati a far parlare di sé in futuro in palcoscenici superiori. Vedremo se servirà altro strada facendo: per ora tutto procede bene e non posso che ritenermi soddisfatto”. La squadra godrà di 72 ore di riposo e si ritroverà al “Migaghelli” martedì 17. Il prossimo test è in programma sabato 20 agosto alle 17 al “Migaghelli” contro l’Arna.

I commenti sono chiusi.