giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:26
27 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:14

Spoleto, sindaco Cardarelli blinda la vice Bececco: «Fiducia piena, basta strumentalizzare l’ospedale»

Lungo intervento dopo raffica di richieste di dimissioni: «Pd in imbarazzante contraddizione»

Spoleto, sindaco Cardarelli blinda la vice Bececco: «Fiducia piena, basta strumentalizzare l’ospedale»
Fabrizio Cardarelli (foto Fabrizi)

di Chiara Fabrizi

«Assoluta fiducia nel vicesindaco Maria Elena Bececco ed è inaccettabile la strumentalizzazione cinica fatta su una questione vitale come l’ospedale». Risponde così alla raffica di richieste di dimissioni piombate sulla Bececco contestata duramente da City Forum, Pd e M5s per l’intervento di Trevi sull’ospedale di Spoleto.

«Aspettiamo che torni Monini»
Morelli e Saidi al gruppo misto
«Rimpasto di giunta non è in agenda»

Cardarelli blinda la Bececco Nel mirino di tutti è finita la disponibilità di Bececco a cambiare il nome dell’ospedale di Spoleto: «è uno sterile esercizio semantico su una questione, quella della denominazione, che io stesso avevo già annunciare non per rinunciare, è ovvio, da parte di entrambe le realtà di Spoleto e Foligno alle proprie identità, ma per dare forza concettuale e icastica all’idea al polo ospedaliero come di unicum all’interno della Regione». Il tiro della richiesta di dimissioni del vicesindaco è più ampio e al di là del nome, è stata evidenziata tanto dal Pd quanto dal City Forum l’inopportunità di stigmatizzare l’intervento di Sergio Grifoni, da sempre difensore dell’ospedale di Spoleto, in un contesto di confronto territoriale con Foligno, non casualmente organizzato a Trevi da Cisl medici.

«Pd in imbarazzante contraddizione» Tra le pieghe dell’intervento del sindaco si può leggere una risposta anche sul punto: «Non ci appartiene una politica di strepiti sensazionalistici e vuota demagogia e non abbiamo mai abbracciato l’usanza di parlare per frasi fatte. L’integrazione tra i due ospedali è necessaria a causa dei tagli del governo, ma il Pd locale dimentica l’imbarazzante contraddizione così come il City forum». Nessun commento, invece, sulla commissione tecnica e scientifica che avrebbe dovuto essere composta entro aprile, così come stabilito da un atto votato all’unanimità dalla commissione sanità, su cui hanno pure chiesto lumi Pd, M5s e naturalmente City forum.

Il dialogo con Mismetti Sulle interlocuzioni in corso col sindaco di Foligno Nando Mismetti, Cardarelli fa sapere: «Bisogna agire – aggiunge il Sindaco – anticipando le mosse inesorabili della razionalizzazione dello Stato e portare avanti una visione che abbiamo in comune col sindaco Mismetti che ha detto esplicitamente in più occasioni pubbliche come nostro territorio non c’è alternativa a un unico ospedale, soluzione che serve ad efficientare le risorse e a dare risposte più adeguate ai bisogni dei cittadini. Su queste coordinate ci siamo mossi durante il processo di concertazione con l’esecutivo di Foligno e con i vertici regionali, un dialogo sempre assiduo e proficuo, rallentato, com’è normale che sia, dall’avvicendamento avvenuto nei mesi scorsi alla guida dell’assessorato regionale alla sanità».

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250