martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:33
8 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:45

Spoleto si mette le scarpe da corsa per tre giorni: «Trasformeremo la città nel paradiso dei runner»

Venerdì debutta il Running festival con cinque itinerari mozzafiato, attesi migliaia di sportivi. Largo alle lectio magistralis sullo sport della ex iena Casciari e di Cruciani della Zanzara

Spoleto si mette le scarpe da corsa per tre giorni: «Trasformeremo la città nel paradiso dei runner»

di Chiara Fabrizi

Spoleto si mette le scarpe da corsa per tre giorni per il primo Running festival della città che da venerdì a domenica propone cinque itinerari mozzafiato, dalla Family run di 4 chilometri alla Ultratrail da 50 chilometri, ma anche lectio magistralis sullo sport di ospiti come l’ex iena Andrea Casciari e Giuseppe Cruciani della Zanzara di Radio24.

Spoleto di corsa per tre giorni Il sogno dell’evento, presentato mercoledì mattina in Comune, viene da lontano, nascendo dall’esperienza dell’Armata Brancaleone e poi da quella dell’Urban race, ma è diventato realtà grazie agli organizzatori Luca e Chiara Brustenghi, oltre che all’aiuto di tanti spoletini, tra cui quello d’adozione Giorgio Mulé, direttore di Panorama. Il concept alla base dello Spoleto running festival è quello di far lasciare agli atleti il cronometro a casa e godersi, pur nella competizione, percorsi di grande suggestione nel centro storico della città e nei boschi in cui è immersa la vallata. Il taglio del nastro della manifestazione è in programma per venerdì alle 18 con una passeggiata lungo il sentiero dei carbonari, recentemente riaperto e ripulito dalla vegetazione grazie ad alcuni volontari e alla Bonifica.

I primi appuntamenti Sabato pomeriggio alle 16 partirà da piazza Carducci la Family run dedicata al Filo d’oro a cui saranno devoluti interamente gli incassi della manifestazione riservata ai non agonisti che sfileranno, assistiti dai volontari di Spoleto cammina, nei luoghi di Don Matteo: «Anche per il valore benefico dell’appuntamento – ha affermato Brustenghi – ci piacerebbe poter iscrivere più di mille persone, così da poter donare una cifra significativa». Un’ora dopo sarà il turno degli atleti dell’Urban race di 11,5 chilometri, che attraverserà il centro storico, la Rocca, il Ponte delle Torri per poi riscendere colle Sant’Elia e risalire fino a piazza Carducci (partenza e arrivo) lungo i percorsi della mobilità alternativa. Sempre sabato debutta anche la Canicross ossia una specialità che prevede la corsa con cane al guinzaglio, nel caso, su un tracciato di 6,7 chilometri.

Mezza maratona e 50 km Chiudono il cerchio la Country half, ossia una mezza maratona, e la Ultra trail da 50 chilometri che sbarcherà anche nei vicini comuni della Valnerina, Sant’Anatolia di Narco e Vallo di Nera. Sullo sfondo gli appuntamenti a Palazzo Maratona, come è stato ribattezzato il complesso di San Nicolò,  che sabato mattina ospiterà un convegno su alimentazione e salute coordinato dal professore dell’Università di Perugia, Massimiliano De Angelis, e domenica pomeriggio dieci lectio magistralis sul tema Con la corsa nel cuore coi protagonisti chiamati a raccontare in 20 minuti la propria passione per il running: «Lo Spoleto running festival – ha detto Brustenghi, affiancato da Moreno Carlini, anima della manifestazione – è per noi una grande responsabilità perché la città ci ha messo nelle migliori condizioni sia organizzative, con tanta disponibilità da parte del Comune, che di comunicazione. Basti pensare che dell’evento si è parlato su La Repubblica, Panorama e Sky».

Sindaco Cardarelli Presente anche il consigliere delegato allo sport Roberto Settimi e il sindaco Fabrizio Cardarelli che, dopo aver corso un paio di settimane fa la Strafoligno proprio per promuovere il festival, è pronto all’Urban race ma soprattutto convinto della bontà del progetto: «Scegliere lo sport per far conoscere luoghi d’interesse naturalistico e storico a volte sconosciuti anche agli spoletini credo sia una buona intuizione valorizzata da organizzatori esperti. Far conoscere il livello di qualità della vita a Spoleto è particolarmente è sicuramente uno degli obiettivi».

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250