martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:11
23 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:00

Spoleto, sei titoli e un balletto per la stagione dello Stabile: attesa per Bentivoglio, Orlando e Solarino

Si apre il 12 ottobre col 'Macbeth' di Branciaroli e si chiude con 'La scuola' di Starnone

Spoleto, sei titoli e un balletto per la stagione dello Stabile: attesa per Bentivoglio, Orlando e Solarino
Silvio Orlando

Sei titoli e un balletto. Si apre il 12 ottobre al Nuovo-Menotti la Stagione di prosa del Teatro Stabile dell’Umbria che a Spoleto nelle ultime tre edizioni ha registrato l’interesse crescente del pubblico con presenze medie passate dalle 318 del 2013-2014 alle 536 della stagione scorsa frutto anche dell’impennata degli abbonamenti acquistati dagli spoletini, passati da 146 a 462.

La stagione dello Stabile a Spoleto E i numeri potrebbero ancora crescere perché il cartellone presentato dallo Stabile e dal Comune, presenti Bianca Maria Ragni e l’assessore Gianni Quaranta, porterà in scena attori di grande fama da Fabrizio Bentivoglio ad Ascanio Celestini da Valeria Solarino a Silvio Orlando. Con un impegno economico da parte del municipio di circa 40 mila euro, al Nuovo-Menotti mercoledì 12 ottobre si alzerà il sipario su Macbeth di William Shakespeare per la regia di Franco Branciaroli, mentre sabato 29 ottobre sarà in scena Il giuoco delle parti, il celebre dramma pirandelliano con Umberto Orsini, Alvia Reale e Totò Onnis. Un mese dopo, precisamente il 24 novembre, è atteso Una giornata particolare il capolavoro di Ettore Scola a teatro con l’adattamento di Gigliola Fantoni per la regia di Nora Venturini, in scena la Solarino con Giulio Scarpati. Sabato 10 dicembre torna a Spoleto Ascanio Celestini con Laika con il suo Gesù improbabile che si confronta coi propri dubbi e le proprie paure. L’ora del ricevimento è, invece, il primo spettacolo del 2017 . La produzione dello Stabile, diretta da Michele Placido e con Fabrizio Bentivoglio, è in programma il 9 gennaio e racconta le vicende di un insegnante di lettere nella banlieue di Parigi. Spazio alla danza e al tango domenica 19 febbraio con la Compagnia Naturalis Labor che porterà sul palcoscenico Romeo Y Julieta Tango per le coreografie e la regia di Luciano Padovani. La stagione dello Stabile si chiude il 20 marzo con lo spettacolo La scuola di Domenico Starnone per la regia di Daniele Luchetti, con protagonista Silvio Orlando e sul palco, tra gli altri, Vittoria Belvedere.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250