lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:35
28 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:09

Spoleto ricorda Tobagi con 200 aspiranti giornalisti: ecco gli studenti premiati

Cerimonia in Comune a 26 anni dall'omicidio del cronista umbro, commemorato anche Ciliani recentemente scomparso. Generale Cornacchia: «Serve coraggio per raccontare»

Spoleto ricorda Tobagi con 200 aspiranti giornalisti: ecco gli studenti premiati
Generale Cornacchia premia Beatrice Civili

MULTIMEDIA

Guarda le foto

Quindici classi delle scuole superiori di Spoleto entrano in consiglio comunale per ricordare la morte del giornalista Walter Tobagi, a cui è intitolato il corso di giornalismo seguito i duecento studenti medi coinvolti nel progetto. Ragazzi e ragazzi iscritte al polo liceale e all’istituto alberghiero sabato mattina hanno partecipato alla cerimonia con cui si è voluto commemorare il cronista umbro del Corriere della Sera assassinato a Milano il 28 maggio 1980, ma anche Dante Ciliani, il presidente dell’Ordine dei giornalisti umbri recentemente scomparso.

Spoleto ricorda Tobagi Nella sala che ospita la massima assemblea comunale, quindi, sono stati premiati con l’attestato di merito Walter Tobagi Beatrice Civili  autrice dell’articolo Click e Pagine, come si legge a Spoleto, per l’ esaustivo approfondimento d’indagine sul tema della fruizione delle strutture culturali della città, mentre l’attestato di merito Dante Ciliani è stato consegnato al gruppo di lavoro composto da Nikoleta Gjini, Silvia Serafini, Noemi Lezi, Andrea Gasperini, Christopher Santini, autori dell’articolo Monteluco, tappa per il turismo nell’anno del Giubileo sia per l’originalità del contenuto e per i risultati dell’attività di ricerca che hanno portato alla riscoperta di un frammento della storia turistica e sociale del Monteluco.

Duecento cronisti in erba Alla cerimonia hanno partecipato anche il generale dei carabinieri, Antonio Federico Cornacchia e il presidente dell’Ordine dei giornalisti umbri, Roberto Conticelli. Significativo l’augurio rivolto ai giovani dall’alto ufficiale dell’Arma, il generale Cornacchia: «Serve coraggio per affrontare le sfide più difficili, come serve coraggio quando si raccontano i fatti così come sono avvenuti, pur nella consapevolezza di non poter arrivare ad una verità certa. Il mio augurio è che riusciate a mettere tutto il vostro impegno e la vostra passione nel realizzare quei sogni che oggi sono il riferimento della vostra crescita».  Al fianco dei due ospiti il presidente del consiglio comunale Giampiero Panfili, il vicesindaco Maria Elena Bececco e il presidente dell’associazione Amici di Spoleto, Dario Pompili, ma anche le insegnanti Elisabetta Comastri, Paola Salvatori, Maria Cristina Calzibelli, Tiziana Santoni, Emanuela Valentini Albanelli, Maria Paola Tagliavento, Maria Luisa Quarsiti, Simona Del Bello.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250