lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:14
22 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:17

Spoleto, per colpa del cantiere non può aprire il ristorante: Comune deve risarcire 20 mila euro

Il tribunale dà ragione all'esercente e quantifica i danni, ma ente fa ricorso in appello

Spoleto, per colpa del cantiere non può aprire il ristorante: Comune deve risarcire 20 mila euro
Tribunale di Spoleto

di Chia.Fa.

Per colpa del cantiere non ha potuto aprire per quasi due mesi il ristorante. Ha dato ragione al titolare di un’attività del centro storico, il tribunale di Spoleto che ha condannato il Comune a risarcire 20 mila euro di danni al gestore del locale in zona piazza del Mercato.

Ristorante chiuso per colpa del cantiere I fatti risalgono al 2011 quando, nell’ambito del Pir (piano integrato di recupero), si è proceduto al rifacimento dei sottoservizi nella parte alta della città con conseguente realizzazione di nuove pavimentazioni. Gli scavi, però, hanno impedito al ristoratore di accogliere  clienti perché la ditta che ha eseguito gli interventi non aveva previsto passerelle di accesso al ristorante che permettessero di aggirare il cantiere. Da qui la chiusura obbligata dell’attività che si sarebbe protratta per quasi due mesi, nonostante le ripetute richieste del commerciante di trovare una soluzione idonea. Alle sollecitazioni, il Comune e la ditta che stava eseguendo i lavori avrebbero risposto realizzando un percorso provvisorio.

Comune deve risarcire 20 mila euro Ma il bypass installato in corso d’opera è risultato inservibile durante le ore di lavoro degli operai, continuando a ostacolare la regolare attività dell’esercizio. Da qui le diffide a cui ha fatto seguito la richiesta di risarcimento del danno che si è poi trasformata in un procedimento giudiziario di fronte al tribunale di Spoleto. Alla fine i giudici hanno dato ragione al ristoratore quantificando il danno arrecatogli in oltre 20 mila euro. Ma la battaglia legale non è finita. Già, perché nei giorni scorsi il Comune con apposito atto firmato dal sindaco Fabrizio Cardarelli ha dato mandato agli uffici legali di presentare ricorso in Corte d’Appello così da tentare di ribaltare la sentenza che, se venisse confermata, causerebbe all’ente un ulteriore esborso. Il calvario del ristoratore, dunque, non è ancora finito.

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250