mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:21
5 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:38

Spoleto, inchiesta bis sulla passerella del Tessino: Forestale in Comune, acquisiti atti

In procura ancora aperto fascicolo per esposto della Provincia, contestato reato contravvenzionale

Spoleto, inchiesta bis sulla passerella del Tessino: Forestale in Comune, acquisiti atti
La passerella (foto Fabrizi)

di Chia.Fa.

Blitz degli uomini della Forestale venerdì mattina in Comune dove sono stati acquisiti una serie di atti relativi al progetto della passerella sul Tessino in relazione a un secondo fascicolo d’inchiesta aperto dalla procura della Repubblica di Spoleto a seguito dell’esposto presentato sull’opera dalla Provincia di Perugia. A confermare la presenza della Forestale negli uffici dell’ente è direttamente l’assessore ai lavori pubblici Angelo Loretoni.

Inchiesta bis sulla passerella del Tessino Stando a quanto ricostruito, dopo l’archiviazione dell’inchiesta scaturita dall’esposto del Comune di Spoleto con relativo dissequestro penale del cantiere, sul ponte pedonale di collegamento tra il parcheggio di via del Tiro a segno e la scala mobile della Ponzianina pende un altro procedimento della magistratura che contesta la difformità tra i lavori e il progetto, in particolari sembrerebbe dei tiranti. Si tratterebbe di un reato contravvenzionale anche se al momento non è chiaro se ci siano iscritti al registro degli indagati. I legali dei quattro tra tecnici e progettisti inizialmente indagati per frode in fornitura, falso e truffa ma poi scagionati da ogni accusa, fanno sapere di aver verificato la posizione dei propri assistiti che non risulterebbero coinvolti nell’inchiesta bis.

Forestale in Comune, acquisiti atti Al momento sull’opera pende la sospensione dei lavori disposta dalla Provincia di Perugia in attesa che le indagini della Forestale facciano il proprio corso. Nonostante nel marzo scorso, dopo  il dissequestro penale, l’amministrazione comunale avesse manifestato la volontà di procedere speditamente ai collaudi dell’opera, l’ultima incompiuta del complesso sistema della mobilità alternativa, al momento la riapertura del cantiere appare ancora lontana. Sul ponte pedonale, inoltre, pende anche il rebus delle risorse, ossia circa 280 mila euro che devono essere corrisposti alla ditta.

@chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250