venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:35
27 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:05

Spoleto, giunta congela la spesa comunale e si prepara a nuovi tagli: «Riscossione tributi lenta»

Misura straordinaria valida fino a nuovo ordine, assestamento venerdì in commissione

Spoleto, giunta congela la spesa comunale e si prepara a nuovi tagli: «Riscossione tributi lenta»
Comune Spoleto (foto Lanoce)

di Chia.Fa.

Spesa congelata e nuovi tagli in arrivo. Resta delicata la situazione economica e finanziaria del Comune di Spoleto dove la giunta ha deliberato lo stop a tutti gli impegni di spesa, esclusi quelli di funzionamento dell’ente e naturalmente quelli urgenti. Ad annunciare la nuova sforbiciata è direttamente il sindaco Fabrizio Cardarelli, che spiega: «I livelli di riscossione dei tributi di anni precedenti al 2015 restano bassi».

Giunta stoppa la spesa comunale In questa fase, dunque, l’esecutivo su indicazione della direzione finanziaria ha stabilito di congelare la spesa, riservandosi di valutare caso per caso le pratiche da autorizzare. Fino a quando resterà in vigore la misura straordinaria non è al momento noto, anche se molto dipenderà molto dipenderà delle perfomance di incasso che si registreranno nelle prossime settimane: «Riscuotiamo con estrema lentezza vecchie cartelle Imu e Tarsu ed è un problema noto – dice il sindaco – che stiamo tentando di risolvere con un nuovo software operativo ormai nel giro di un mese e il potenziamento degli uffici tributi che sta diventando una sorta di task force. In via precauzionale comunque occorrerà comprimere di un ulteriore milione di euro la spesa».

Nuovi tagli Il taglio ai budget delle direzioni si annuncia quindi di grande rilievo andando a impattare su un bilancio previsionale che muove 39,6 milioni di euro, ma da cui negli ultimi anni si è grattato via tanto: «Pesa troppo il costo del personale, mancano gli introiti da legge 10 (quelli per le concessioni edilizie, ndr) e i trasferimenti statali continuano a diminuire – prosegue Cardarelli – l’operazione di ristrutturazione della spesa è indispensabile per evitare di arrivare a inizio 2017 con un consuntivo di nuovo in disavanzo». All’orizzonte, però, fa capolino l’assestamento di bilancio: «Per ora gli equilibri di bilancio sono garantiti senza particolare scossoni e l’ulteriore taglio alla spesa sarà concertato dopo l’approvazione con le direzioni competenti». La pratica è attesa venerdì in commissione e lunedì in consiglio, dove verosimilmente tornerà ad accendersi il dibattito sulle condizioni economiche e finanziarie di Palazzo.

»

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250