Quantcast
lunedì 29 novembre - Aggiornato alle 22:22

Umbria Jazz 2013, è il giorno del ritorno di Keith Jarrett nella «dannata» Perugia

Jarrett, Peacock e DeJohnette nel 2007 a Perugia (foto F.Troccoli)

di M.Alessia Manti

L’attesa è durata ben sei anni. In realtà i giochi sembravano proprio chiusi da quel concerto del 2007, da quando cioè Keith Jarrett, durante la sua esibizione al Santa Giuliana, infastidito per un flash di troppo, aveva insultato il pubblico dell’arena. I rapporti tra il pianista, la città di Perugia e il festival di Carlo Pagnotta pareva fossero ormai compromessi per sempre. E invece no, Jarrett torna nel capoluogo umbro per esibirsi su quello stesso palco e per festeggiare i 40 anni di Umbria Jazz e i 30 del trio con Gary Peacock al contrabbasso e Jack Dejohnette alla batteria. L’appuntamento è alle 21:30.

VIDEO: LA «SFURIATA» DEL 2007

Chi, dove, quando Ma la domenica del festival riserva tanti altri nomi di prestigio. All’ora di pranzo, alle 13, alla Bottega del vino l’appuntamento fisso col duo Sellani-Moriconi, mentre a Palazzo Penna alle 12 ci sarà Vincent Peirani. Contemporaneamente su corso Vannucci il buongiorno con la strett parade dei Funk Off. Nel pomeriggio, alle 17, sul palco del teatro Morlacchi un concerto che unisce Cuba e la Sardegna a testimoniare un incontro stravagante, quello tra il pianista Omar Sosa e il trombettista Paolo Fresu. I due musicisti hanno realizzato insieme, nel 2012, ‘Alma. Sullo stesso palco, a mezzanotte, arriva Eduardo De Crscenzo con il suo ‘Essenze Jazz’. Questo suo ultimo lavoro «segnala un passaggio irreversibile, una specie di terza carriera, l’approdo naturale di tutte le sue vite musicali». Con lui Enzo Pietropaoli al contrabbasso, Marcello Di Leonardo alla batteria, Stefano Sabatini al pianoforte, Daniele Scannapieco al sassofono, Lamberto Curtoni al violoncello.

Jazz gratis nell’acropoli Dai giardini Carducci e piazza IV novembre non mancherà naturalmente la possibilità di ascoltare note jazz a costo zero dall’ora di pranzo a tarda notte: University of South Florida Jazztet, Four Vegas, Tuck & Patti, Hallan Herris Quintet e Sara McKenzie solo per citarne alcuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.