giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:42
14 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:37

Si riparte per i campi estivi di Libera: a Pietralunga circa 60 ragazzi e diverse novità

Presente anche la rete di studenti e diversi ospiti nazionali: ecco il programma dell'appuntamento 'contro le mafie'

Si riparte per i campi estivi di Libera: a Pietralunga circa 60 ragazzi e diverse novità

Giovedì 14 luglio partono i campi di volontariato di ‘Estateliberi 2016′ a Pietralunga che continuano fino al 28 luglio. Per il quarto anno consecutivo Libera Umbria accoglierà infatti, con le sue volontarie e i suoi volontari, circa 60 ragazze e ragazzi che arriveranno, tra il 14 e il 18 luglio, da tante parti d’Italia per impegnarsi sul bene confiscato alla ‘ndrangheta a Col della Pila e nei laboratori di formazione antimafia organizzati dall’associazione in collaborazione con tanti altri soggetti del territorio.

L’appuntamento Le ragazze e i ragazzi – si legge nella nota dell’organizzazione – saranno ospitati (novità rispetto agli anni passati) nelle tende messe a disposizione dalla Protezione civile e posizionate sul terreno del vecchio campo sportivo, concesso dal Comune di Pietralunga. Ad affiancare e sostenere i giovani, come negli anni passati, ci saranno le volontarie e i volontari dello Spi Cgil, che prosegue così la sua ormai consolidata collaborazione con Libera. Novità di quest’anno, invece, è la partecipazione alla prima settimana dei campi della Rete degli studenti e dell’Udu, che saranno presenti con alcuni volontari e organizzeranno un’iniziativa pubblica venerdì 15 luglio (‘Studenti contro le mafie’).

Gli ospiti Tra gli ospiti del campo di Pietralunga ci saranno infatti: Margherita Asta (figlia di Barbara Rizzo e sorella di Giuseppe e Salvatore Asta, uccisi dalla mafia a Pizzolungo nel 1985) che incontrerà i ragazzi domenica 17 luglio, il professore Ambrogio Santambrogio, direttore del dipartimento di Scienze politiche dell’università di Perugia (martedì 19 luglio), la Guardia di Finanza (19 luglio), la Tavola della Pace (20 e 22 luglio), don Tonio dell’Olio, presidente della Pro civitate christiana (25 luglio), Lucia Rossi, dello Spi Cgil nazionale, che presenterà il documentario “Terre Rosse” che racconta alcune esperienze sui beni confiscati, tra cui quella di Pietralunga (27 luglio). Inoltre, nelle due settimane sono previste diverse proiezioni di film sul tema della memoria delle vittime innocenti delle mafie e due appuntamenti ‘con le stelle’ con l’associazione degli astrofili di Borgo Coloti (Montone).

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250