giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:38
9 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:28

Sfugge alle misure di polizia fingendosi siriano: ma al confronto cede: «Ho mentito tutto il tempo»

Spedito in Tunisia, il suo reale paese di provenienza: è stato interrogato da un interprete e sono emerse tutte le contraddizioni

Sfugge alle misure di polizia fingendosi siriano: ma al confronto cede: «Ho mentito tutto il tempo»

E’ riuscita a farla bere, ma non fino in fondo. Infatti ha dovuto confessare di avere mentito.

I particolari E’ la storia di uno straniero da tempo monitorato dalle forze dell’ordine a Perugia e anche fermato in occasione dei pattuglioni. Nonostante il comportamento più simile ad uno spacciatore che non a un semplice straniero richiedente asilo, è riuscito a fare credere ai poliziotti che fosse un siriano, sfuggito alla guerra e alle barbarie del suo paese.

Confessa Ma in un’ultima occasione, fermato dalla guardia di finanza, la polizia ha voluto approfondire la vicenda. Ha messo lo straniero a confronto con un interprete siriano che ha potuto fargli tutte le domande necessarie per comprendere il suo vero trascorso. Alla fine, dopo essersi contraddetto in più occasioni, ha ceduto e ha ammesso: «E’ vero, non sono siriano, e fino a oggi ho mentito». L’uomo aveva anche un precedente, era stato arrestato per spaccio di droga a Viterbo. Avrebbe usato questo espediente per evitare di rotornare in patria. In Tunisia. dove tra l’altro ora è diretto, dopo il soggiorno in un Cie, dove è stato accompagnato.

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250