lunedì 22 aprile - Aggiornato alle 14:14

Scandalo sanità, ministro Grillo invia task force: «Verifiche in ospedali umbri»

La titolare della Salute ha riunito l’Unità di crisi sulle conseguenze dell’inchiesta: «A breve scriverò alla Regione»

Operazione della guardia di finanza

«Nelle prossime ore invieremo una ‘task force’ del ministero per cercare di capire anche dal punto di vista sanitario in che modo garantire la continuità e la sicurezza delle cure qual è la situazione dell’ospedale di Perugia. Crediamo che sia anche necessario effettuare una verifica straordinaria di tutti i reparti degli ospedali della Regione umbra». Lo dichiara il ministro della Salute, Giulia Grillo, al termine della riunione dell’Unità di crisi permanente convocata al ministero sulla situazione alla luce dell’inchiesta che ha portato a 4 arresti e 35 indagati.

Lettera alla Regione «Naturalmente – ha aggiunto il ministro – ancora le notizie non sono definite certe, quello che ci sembra aver capito che i vertici dell’azienda sanitaria perugina siano stati tutti in qualche modo coinvolti. Abbiamo la preoccupazione di come verrà assicurata la continuità amministrativa e organizzativa della struttura. Ho deciso anche che a breve invierò una lettera alla Regione in cui metterò a disposizione le strutture del ministero per individuare eventuali figure di garanzia in sostituzione delle attuali figure che in questo momento sono state sospese o oggetto di misure cautelari. Verificheremo anche la correttezza dell’applicazione della normativa anticorruzione».

Proposta di legge Grillo ha anche annunciato che Lunedì scriverà ai presidenti delle due Camere per« calendarizzare, nel più breve tempo possibile, la proposta di legge del M5s per la modifica completa delle norme sulla nomine dei dirigenti della sanità, per evitare e ridurre al minimo l’ingerenza politica». Su elezioni anticipate, «non mi piace fare sciacallaggio sulla pelle dei cittadini umbri – ha detto -, stiamo parlando di sanità, di diritti. Io posticiperei a livello di priorità il tema delle elezioni».

Approfondimento L’Unità di crisi permanente del ministero ha il compito di individuare con tempestività procedure e strumenti atti a ridurre il rischio di ripetizione di eventi infausti o di particolare gravità che si verificano nell’ambito delle attività di erogazione delle prestazioni da parte del servizio sanitario nazionale e di coordinare gli interventi a tal fine necessari per rendere più efficiente e immediata l’azione del ministero e delle altre istituzioni competenti.

I commenti sono chiusi.