Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 27 settembre - Aggiornato alle 09:57

Rupe di Orvieto e colle di Todi: 3 milioni per prevenire i dissesti idrogeologici

Accordo di programma tra Regione e i Comuni, Melasecche: «Così ne monitoriamo i movimenti e programmiamo interventi»

La Rupe di Orvieto

Tre milioni di euro per il triennio 2020-2022. Questa la consistenza finanziaria dell’Accordo di programma tra Regione e i Comuni di Orvieto e Todi per la prevenzione dei dissesti idrogeologici. In particolare le risorse serviranno per eseguire il monitoraggio e la manutenzione delle opere di consolidamento della rupe di Orvieto e del colle di Todi realizzate ormai anni fa, così da contrastare eventuali nuove criticità.

Orvieto e Todi: 3 milioni contro i dissesti  Le risorse di cui beneficiano le due cittadine umbra arrivano dalla legge di bilancio 2020 e in particolare dall’emendamento del senatore Luca Briziarielli, che ha permesso di ottenere i 3 milioni specificatamente per la salvaguardia del patrimonio paesistico, archeologico, storico e artistico delle città dai movimenti franosi attuali e potenziali. «Con queste risorse si riparte per dare una seconda vita a Todi e Orvieto, salvate dai dissesti franosi grazie alle opere realizzate negli anni con gli ingenti finanziamenti della Legge speciale del 1978», ha detto l’assessore regionale ai lavori pubblici Enrico Melasecche che ha firmato l’Accordo di programma insieme ai sindaci Roberta Tardani di Orvieto e Antonino Ruggiano di Todi. «Grazie al nuovo finanziamento non ci si ferma agli interventi di consolidamento, ma – sono le parole di Melasecche – si potranno controllare i movimenti delle strutture ‘viventi’ della Rupe e del Colle, programmando se necessario nuovi interventi, e si farà una costante opera di manutenzione».

I commenti sono chiusi.