domenica 29 marzo - Aggiornato alle 13:40

Lo sport umbro piange il Cavalier Alfio Branda

A 93 anni dopo lunga malattia se ne è andato l’ex presidente di serie D e FIGC regionale. Tanti incarichi rivestiti con passione e moderazione

Addio ad Alfio Branda. Un uomo simbolo dello sport umbro è scomparso a 93 anni dopo una lunga malattia. Tanti gli incarichi ricoperti ma più di tutto andava fiero per la sua lunga carriera come insegnante, a stretto contatto con i giovani, a cui ha sempre saputo traferire il suo immenso bagaglio di valori e principi, che gli sono valsi anche l’onorificenza di Cavaliere. Poi da Presidente del Comitato Regionale Umbria della F.I.G.C. – L.N.D. dal 1965 al 1982, come Vice Presidente del Settore Giovanile e Scolastico Nazionale, come Presidente della Serie D e come Vice Presidente della Lega Nazionale Dilettanti.

Ma non solo il calcio lo ricorderà: Alfio è stato anche Presidente del CONI Provinciale di Perugia, oltre che Presidente Regionale della Federazione Pugilistica e di quella di Bocce, e, ancora, cronometrista e Giudice di Gara della Federazione di Atletica Leggera.

I commenti sono chiusi.