lunedì 21 ottobre - Aggiornato alle 04:31

Endurance equestre, Fuxiateam sugli scudi a Città della Pieve

Quattro vittorie, due secondi posti e due ‘best condition’ per la scuderia di Simona Zucchetta a Salci

Il gruppo del Fuxiateam

Quattro vittorie, due secondi posti e due premi Best condition: ha tutto per essere considerato storico il risultato ottenuto dal Fuxiateam in occasione delle gare di endurance disputate nell’ultimo fine settimana a Salci, nel comune di Città della Pieve, al confine fra Umbria e Toscana. Mai, nei suoi oltre 20 anni di attività, la scuderia guidata da Simona Zucchetta era stata capace di un bottino così ricco nell’arco in un evento singolo. E mai una scuderia italiana era arrivata a tanto. Successi e soddisfazioni tanto più di prestigio perché conquistati al cospetto di un lotto di avversari di prim’ordine; basti solo aggiungere che i binomi del Fuxiateam hanno avuto la meglio sugli specialisti degli Emirati Arabi Uniti e del Kuwait, oltre che su cavalieri italiani di rango internazionale.
Cavalli, amazzoni e cavalieri del Fuxiateam, scuderia d’eccellenza sintesi del progetto che fa riferimento a Italia Endurance Stables & Academy, hanno iniziato a dettare legge sin dal sabato a Salci: nella gara d’apertura, una CEI2* 120 km, nessuno ha resistito al ritmo imposto dalla campionessa italiana Carolina Tavassoli Asli, che in sella a Niki Lotois ha vinto a 18,279 km/h di media, arricchendo la performance con il premio Best condition centrato dal grigio arabo del 2011. Non da meno è stata Costanza Laliscia, l’altra amazzone di punta del Fuxiateam e atleta più vittoriosa dell’endurance italiano, che su Cross Flow ha vinto la CEIYJ2* 120 km a 16,452 km/h. A completare l’opera, nel Campionato italiano Anica CEI2* 120 km, sono poi arrivati il secondo posto di Camilla Curcio su Turriga a 17,012 km/h e il quinto del cileno Boni Benjamin Viada de Vivero su Finferlo Bosana a 15,573.
Il sabato esaltante altro non è stato che la piacevole anteprima di una domenica altrettanto brillante con la vittoria di Costanza Laliscia, che insieme a Etihad du Barthas ha dettato legge nella CEN A 44 km con 13,06486 punti, seguita al secondo posto da Alessandro Cocciuti ed Emirat du Barthas con 10,79070. Apoteosi finale con il successo di Camilla Curcio nella CEI1* 82 km e il premio Best condition assegnato alla sua Cross Flow.
Assaporato il gusto inebriante delle vittorie, dei primi podi internazionali di Camilla Curcio e delle ennesime conferme di Costanza Laliscia e Carolina Tavassoli Asli, il Fuxiateam è già tornato al lavoro ad Agello, nel quartier generale di Italia Endurance Stables & Academy, per gettare le basi di nuovi successi.

I commenti sono chiusi.