domenica 2 ottobre 2016 - Aggiornato alle 00:19
16 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:13

Scontri Bastia-Foligno, chiesto il rinvio a giudizio per quindici tifosi delle due squadre

Il 6 aprile 2014 un tifoso dei falchetti fu gravemente ferito alla testa a causa di una sassata

Scontri Bastia-Foligno, chiesto il rinvio a giudizio per quindici tifosi delle due squadre

di D.B.

«Processateli tutti e sedici». Il pubblico ministero Gemma Miliani giovedì nel corso dell’udienza preliminare sui fatti di Bastia-Foligno, partita di serie D del 6 aprile 2014, ha chiesto il rinvio a giudizio per quindici ultrà (e non sedici come riportato in precedenza) delle due squadre coinvolti negli scontri. In quella domenica un tifoso del Foligno finì in coma a causa di una sassata alla testa. Per quell’atto uno dei tifosi del Bastia è indagato per tentato omicidio, e il pm ha chiesto al gip, Alberto Avenoso anche la conferma delle ipotesi di reato. La partita fu vinta uno a zero dai falchetti del Foligno e subito dopo la fine del match esplosero gli scontri, innescati da un assalto dei sostenitori del Bastia. Per quegli scontri un supporter del Foligno fu arrestato mentre per altri scattarono i Daspo. La prossima udienza si terrà il 13 ottobre.

Twitter @DanieleBovi

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250