domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:15
21 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 21:01

San Giustino, iniziano i lavori per la ristrutturazione del cinema-teatro Astra

Il cda della Cooperativa Sangiustinese: «Un luogo d'incontro in cui ci saranno spazi anche per dibattiti, musica, coworking, poesia»

San Giustino, iniziano i lavori per la ristrutturazione del cinema-teatro Astra
La sala di un cinema

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione per salvare e rilanciare il cinema-teatro Astra di San Giustino, una delle strutture culturalmente e storicamente più rilevanti e dense di significato sociale situata proprio nel centro del comune. «Dopo anni di sacrifici e duro lavoro – annuncia l’attuale cda della Cooperativa Sangiustinese in una nota – a seguito dei finanziamenti ottenuti dal nostro progetto nell’ambito del Puc3 della Regione Umbria e grazie al mutuo che verrà attivato con la Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo, prenderanno il via i lavori di ristrutturazione per salvare il cinema-teatro Astra».

Luogo di incontro e cultura «È quindi oramai realtà l’obiettivo principale che si era prefissato l’attuale gruppo dirigente, – continua la nota – ovvero quello di ridare ai sangiustinesi e a tutti gli altotiberini un luogo fondamentale per la cultura e la socialità, uno spazio che potrà permettere alle nuove generazioni e non solo di fare teatro, cinema, poesia, musica dal vivo, dibattiti, coworking, un luogo di semplice incontro in cui avere informazioni turistiche, acquistare prodotti tipici locali nell’ottica della filiera corta, allestire mostre pittoriche, fotografiche, artigianali e commerciali. Sappiamo bene che le scuole, le associazioni, gli artisti, le famiglie sono sempre in cerca di spazi e risorse per potersi esprimere. In questo senso la riapertura da parte della Cooperativa di un luogo di pubblico spettacolo come il cinema-teatro Astra potrà e dovrà favorire l’idea di uno spazio multiplo e poliedrico a partire dall’idea di essere davvero ‘spazio pubblico’».

Incontri nel territorio «Una ‘casa’ ospitale per tutti e al tempo stesso capace di fare rete, di ascoltare domande nuove, recepire istanze inedite, sperimentare nuove strade per il mutualismo, produrre posti di lavoro, fare società e cultura nel senso più alto del termine – si legge a conclusione della nota – Abbiamo promosso tanti incontri negli ultimi mesi, avviando un percorso di partecipazione reale con la cittadinanza. Tenteremo di fare di più e meglio. Siamo certi però che con l’inizio dei lavori troveremo maggiore sostegno da parte delle istituzioni, delle associazioni, delle forze sociali ed economiche per rilanciare una struttura di così grande importanza sul terreno sociale e culturale».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250