lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:47
21 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:35

San Gemini, tre giorni di cultura giapponese: ecco ‘Bunka No Matsuri’ con la soprano Kurahara

Dal 24 al 26 giugno concerti, spettacoli di danza e arte tutti provenienti dal Sollevante

San Gemini, tre giorni di cultura giapponese: ecco ‘Bunka No Matsuri’ con la soprano Kurahara

Per tre giorni, dal 24 al 26 giugno, San Gemini ospiterà una festa interamente dedicata alle tradizioni del Sol Levante. L’iniziativa, denominata “Bunka No Matsuri”, è stata presentata martedì mattina nella sala del consiglio provinciale alla presenza del direttore artistico Amedeo Leonardi, del vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di San Gemini Mimma Trotti, dell’assessore alla cultura del Comune di Narni Gianni Giombolini, del vicepresidente del Coni regionale Marco Rosati, degli esponenti dell’associazione culturale ‘Caffeteatro’ Marco Dagrada e Francesca Cippitani, del rappresentante di uno degli sponsor, Impreza General Contractor, Marco Di Giuli.

C’è anche l’ambasciata Promossa e organizzata dall’associazione Caffeteatro, con l’apporto di sponsor privati e il patrocinio dell’ambasciata del Giappone, dell’istituto giapponese di cultura, della Fondazione Giappone-Italia, del Comitato regionale del Coni, della Regione, della Provincia, dei Comuni di Terni, Narni, San Gemini, della Pro loco di San Gemini, la manifestazione, unica nel suo genere in Umbria e nel Centro Italia, si propone diventare un appuntamento fisso per appassionati del mondo nipponico e amanti in generale della cultura orientale.

I temi Ideata in concomitanza con il 150esimo anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, coinvolgerà oltre un centinaio di artisti giapponesi. In programma seminari, mostre, concerti, incontri con studiosi come Mario Polia, Leonardo Paoluzzi, Elena Alquanti, Francesco de Feo, Massimo Rossi, degustazioni, esibizioni folcloristiche, danze, poesie haiku, macrobiotica, dimostrazioni di arti marziali, rituali zen, cerimonie del tè e di vestizione del kimono, laboratori artigianali e di composizione floreale ikebana. Tutti gli eventi saranno gratuiti ad eccezione di tre rappresentazioni.

Il programma Si partirà venerdì 24 giugno, alle 17,30, con una serie di spettacoli al Campo della Giostra cui seguirà, alle 22, in piazza San Francesco un concerto della soprano Yoshiko Kurahara accompagnata dal gruppo Tennyo-Za e dall’arpista Miyuki Ikesue. Si andrà avanti nei giorni successivi con un programma molto ricco e articolato fino alla conclusione, domenica 26 giugno, con un doppio appuntamento. Nella sala bar del teatro comunale ‘G. Manini’ di Narni la soprano Yoshiro Kurahara e il pianista sangeminese Emanuele Grigioni proporranno il concerto lirico ‘Pellegrinaggi, percorsi canori da Tokyo a Narni’ mentre al Campo della Giostra la compagnia Azama Honryu, composta da danzatori dell’arcipelago delle isole Ryukyu, darà vita ad uno spettacolo coreografico.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250