9 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:50

Sagra Musicale Umbra, 24 appuntamenti in 11 comuni tra lauda e spiritualità francescana

Presentato il programma della 71esima edizione. Via con la mezzanotte bianca l'8 settembre. Anna Calabro: «La musica esalta i luoghi della nostra regione»

Sagra Musicale Umbra, 24 appuntamenti in 11 comuni tra lauda e spiritualità francescana
La presentazione della Sagra Musicale Umbra

Lauda e spiritualità francescana sono i temi scelti per la 71enesima edizione della Sagra Musicale Umbra che si terrà da giovedì 8 a domenica 18 settembre 2016, in un percorso ancora più ricco delle passate edizioni, con ventiquattro manifestazioni distribuite in undici diversi luoghi. Il festival avrà come luogo d’elezione Perugia, con concerti nella splendida Basilica di San Pietro, nello storico Teatro Morlacchi, nella chiesa templare di San Bevignate, nella Galleria Nazionale dell’Umbria, nella Cattedrale di San Lorenzo e proseguirà, nella Collegiata di Santa Maria Maggiore di Collescipoli, nel Museo di San Francesco di Montefalco, nell’Abbazia di San Nicolò di San Gemini, nel Santuario della Madonna dei Miracoli di Castel Rigone, nel Santuario di Mongiovino di Panicale, nella Basilica Superiore di S. Francesco di Assisi, nel Teatro Comunale di Bevagna, nel Chiostro di San Francesco di Acquasparta e nell’Auditorium di Sant’Antonio di Torgiano. Da questa edizione la Sagra Musicale Umbra offrirà una vetrina speciale ai giovani talenti umbri con i «Concerti Aperitivo» a Palazzo della Penna a Perugia, con cinque appuntamenti con laureati dei Conservatori.

IL PROGRAMMA

Musica accresce valore dei luoghi «La musica accresce il valore dei luoghi, il pubblico guarda, ascolta la musica e la sacralità dei contesti – ha affermato Anna Calabro, presidente della Fondazione Perugia Musica Classica -. Dopo quasi 80 anni di storia, considerando il periodo di fermo durante la seconda guerra mondiale, la Sagra Musicale Umbra fa parte della tradizione culturale della nostra regione e ne caratterizza, in parte, l’identità. La musica che propone si inscrive nella dimensione del paesaggio e dei molti luoghi speciali che l’Umbria conserva come tesori. La presenza anche in questa edizione di tanti luoghi umbri diversi: Perugia, Acquasparta, Assisi, Bevagna, Montefalco, Panicale, Passignano sul Trasimeno, San Gemini, Terni, Torgiano, Umbertide, mostra come la Sagra Musicale Umbra sia un reale festival “umbro” se pure nel suo orientamento verso il mondo. Siamo altresì convinti che il ritornare negli anni in questi luoghi speciali ne aumenti il valore, perché il fascino dell’arte si accresce con il contributo di un pubblico, che sempre più attento, partecipa al rito della musica. Ed è per questo che, anche con le difficoltà di un momento contingente non facile, proponiamo con grande entusiasmo un momento prezioso di arricchimento spirituale attraverso la musica e i luoghi che la storia ci ha regalato».

Laude francescane «La tradizione del canto spirituale in Umbria ha il suo cuore antico nel repertorio delle Laude francescane – spiega il direttore artistico Alberto Batisti – sorto come poesia e musica ingenua già nel XIII secolo. Il più importante testimone di questo patrimonio, che continua ad essere tramandato e intonato fino ad oggi grazie alla persistenza di compagnie di Laudesi diffuse nella regione, è individuato nell’illustre Codice 91 dell’Accademia Etrusca di Cortona, conosciuto universalmente come «Laudario di Cortona». Da questo incunabolo si diparte una ricca e ininterrotta tradizione di trasmissione orale e di varianti che nei secoli sono appartenute e continuano ad essere tenute in vita nelle pratiche devozionali popolari. A questo patrimonio si ispira la LXXI Sagra Musicale Umbra, tenendo la lauda e la spiritualità francescana come bussola nell’orientamento di un percorso ancora più ricco delle passate edizioni, con ben ventiquattro manifestazioni distribuite in undici diverse località, elette per la bellezza monumentale e per le vestigia illustri di un patrimonio spirituale, paesaggistico e artistico unico al mondo, nell’arco di undici giorni».

Dalla Mezzanotte bianca a Capanne Il primo atto sarà giovedì 8 settembre, dalle 19 a mezzanotte, quando si terrà la grande festa della Mezzanotte bianca – consacrata alla Lauda – che facendo seguito alla esperienza inaugurata come anteprima della passata edizione, anche quest’anno inonderà di musica il centro storico di Perugia, ospitando cori, orchestre, bande, solisti, nelle strade, nelle chiese, nei chiostri, nelle piazze. Più avanti sarà reso noto il programma dettagliato dei singoli eventi, che includeranno tutti almeno una melodia dal Laudario, come segno di identità e di appartenenza. Oltre a tutti gli altri eventi in programma, da segnalare anche i due concerti della ormai tradizionale serie di «Musica della speranza», indirizzati a coloro che sono impossibilitati a muoversi, avranno luogo venerdì 9 settembre alle ore 15 nel Complesso Penitenziario femminile di Capanne e venerdì 16 settembre alle ore 15 nell’Istituto Prosperius di Umbertide, con il Quartetto d’Archi dell’Orchestra da Camera di Perugia al quale si unirà (per il concerto all’Istituto Prosperius di Umbertide) il clarinettista Fabio Battistelli per l’esecuzione del Quintetto per clarinetto e archi in la maggiore K. 581 di Mozart.

Info e biglietti Fondazione Perugia Musica Classica Onlus, Piazza del Circo 6 – 06121 Perugia Tel. 075-5722271; e-mail: info@perugiamusicaclassica.com Sito web: www.perugiamusicaclassica.com

Biglietteria Da giovedì 1 settembre a domenica 18 settembre 2016 nel Punto Informativo in Corso Vannucci a Perugia, tutti i giorni feriali e festivi dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 14,30 alle 19,00- Tel. 338. 866 88 20
Presso la sede del concerto a partire da un’ora prima dello spettacolo.
Da venerdì 11 luglio 2016 acquisto presso i punti vendita autorizzati e online sul sito: www.perugiamusicaclassica.com
Prezzi: a seconda dei concerti, da 7  a 25 . Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili per il Vespro in Cattedrale.
Il concerto presso il Complesso penitenziario Capanne è riservato alle detenute.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250