sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 15:48
13 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:05

Road-map del sesso perugino: nella notte i vigili multano i clienti di prostitute romene e nigeriane

Tre contravvenzioni da 450 euro della municipale ai trasgressori dell'ordinanza del sindaco sorpresi in compagnia di 'lucciole' straiere tra via Settevalli e strada Trasimeno Ovest

Road-map del sesso perugino: nella notte i vigili multano i clienti di prostitute romene e nigeriane
Un'auto affianca una prostituta (foto archivio)

di En.Ber.

Tre uomini sono stati multati dalla polizia municipale dopo essere stati sorpresi in compagnia di prostitute romene e nigeriane. I controlli degli agenti, svolti durante la notte tra giovedì e venerdì, si sono concentrati lungo due strade del sesso: via Trasimeno Ovest e Settevalli.

Ordinanza violata I poliziotti, coordinati dal tenente Rosella Giusepponi, hanno inflitto sanzioni per 450 euro agli uomini fermati (due residenti a Perugia) come impone l’ordinanza sindacale contro il fenomeno della prostituzione. Secondo quanto si è appreso in caserma i documenti d’identità dei trasgressori e quelli delle auto controllate sono regolari.

L’ORDINANZA DEL SINDACO: LE VIE INTERESSATE

La Punto che scappa La pattuglia – è riferito in una nota – ha anche rintracciato il conducente di una Fiat Punto che giovedì pomeriggio, in viale Indipendenza, ha invaso l’opposta corsia di marcia scontrandosi con altro veicolo che viaggiava verso Largo Cacciatori delle Alpi. Dopo l’urto – è stato detto – la Punto si era data alla fuga.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Francostars

    Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250