venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:45
6 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:52

Riunione in Prefettura per organizzare l’arrivo del Papa e del presidente Mattarella ad Assisi

Analizzati «gli aspetti organizzativi e di sicurezza» in vista dell'incontro internazionale «Sete di pace: religioni e culture in dialogo» in programma ad Assisi dal 18 al 20 settembre

Riunione in Prefettura per organizzare l’arrivo del Papa e del presidente Mattarella ad Assisi
La Prefettura di Perugia

di Enzo Beretta

Vertice in Prefettura per analizzare «gli aspetti organizzativi e di sicurezza relativi alle visite di Papa Francesco e del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che prenderanno parte all’incontro internazionale «Sete di pace: religioni e culture in dialogo» in programma ad Assisi dal 18 al 20 settembre. Il Capo dello Stato sarà al teatro Lyrick di Santa Maria degli Angeli il prossimo 18 settembre, Bergoglio invece come ha già anticipato la Santa Sede arriverà per l’ultimo giorno.

Religiosi da tutto il mondo L’evento richiamerà nella città di San Francesco numerose autorità politiche, rappresentanti della società civile e i maggiori esponenti delle principali fedi religiose provenienti da tutto il mondo. L’incontro di stamani – informa una nota ufficiale – è stato convocato dal prefetto Raffaele Cannizzaro e «si pone nel più ampio quadro di uno sforzo corale, in atto da tempo, delle Istituzioni competenti e dei soggetti interessati, finalizzato ad assicurare il sereno e ordinato svolgimento di una manifestazione, già esaminata nei suoi profili generali dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica nella seduta dell’11 agosto».

Viminale e Vaticano All’incontro erano presenti, tra gli altri, il comandante della Gendarmeria Vaticana, Domenico Giani, il dirigente dell’Ispettorato Vaticano di Polizia, Maria Rosaria Maiorino, il direttore della Sala stampa del Sacro convento di Assisi, padre Enzo Fortunato, il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, il Prefetto Gianfelice Bellesini, incaricato del collegamento tra il ministro dell’Interno e le autorità della Santa Sede, rappresentanti della Regione Umbria, della Provincia, del Comune di Perugia e della Comunità di Sant’Egidio, i vertici territoriali delle forze di Polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, dell’Anas e del 118.

Questione-sicurezza «Anche alla luce delle positive esperienze in occasione delle recenti visite effettuate ad Assisi dal Santo Padre – spiega il comunicato della prefettura – sono state definite le misure più idonee ad assicurare lo svolgimento in sicurezza dell’evento». La visita del Presidente della Repubblica è stata esaminata con la partecipazione di rappresentanti del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica. Mattarella giungerà all’aeroporto San Francesco d’Assisi il 18 settembre, per prendere poi parte al teatro Lyrick all’assemblea di inaugurazione di «Sete di Pace: Religioni e Culture in Dialogo» che avrà inizio alle 17. Per tutti gli incontri (compresa la visita del Presidente) rientranti nella tre giorni assisana, gli accrediti di giornalisti, fotografi e cineoperatori verranno curati dalla Sala stampa del Sacro convento. Nei prossimi giorni si svolgeranno altri incontri a carattere prettamente tecnico-operativo, nel corso dei quali verranno approfonditi gli aspetti di dettaglio relativi all’organizzazione delle visite.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250