martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:11
30 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:56

Rita Stentella è il nuovo prefetto di Ascoli Piceno. Anche l’ex vicario di Perugia tra le nomine di Renzi

In Umbria è stata capo di gabinetto e responsabile della segreteria di sicurezza. E' un'esperta di immigrazione, sicurezza e opere pubbliche. In carriera è stata anche a Terni e a Bologna

Rita Stentella è il nuovo prefetto di Ascoli Piceno. Anche l’ex vicario di Perugia tra le nomine di Renzi
Il prefetto Rita Stentella

di En.Ber.

Rita Stentella, già capo di gabinetto della prefettura di Perugia, è stata nominata dal Consiglio dei ministri nuovo prefetto di Ascoli Piceno. Nella stessa città marchigiana il procuratore della Repubblica è Michele Renzo, magistrato che ha lungamente prestato servizio a Perugia.

I prefetti di Renzi La nomina di Rita Stentella è arrivata insieme agli altri movimenti di Palazzo Chigi tra cui quella di Alessandro Pansa a capo del Dis e di Franco Gabrielli al vertice della Polizia.

Il curriculum Fino a questo momento la Stentella ha ricoperto il ruolo di viceprefetto vicario a Bologna. Sessantadue anni, laureata in giurisprudenza, procuratore legale, è rimasta a Perugia fino al 2012. In Umbria si è occupata, tra le altre cose, di gestire come funzionario il servizio delle tossicodipendenze, è stata responsabile dell’Ufficio relazioni con il pubblico, responsabile del personale, funzionario responsabile del Comitato provinciale della Pubblica amministrazione nonché capo della Segreteria di sicurezza.

Sicurezza e immigrazione Si è anche occupata di gestire l’ordine e la sicurezza pubblica, concentrandosi sui temi riguardanti i diritti civili, la cittadinanza, la condizione giuridica dello straniero, l’immigrazione e il diritto d’asilo. Dopo l’esperienza perugina è stata nominata presidente della Commissione elettorale circondariale di Terni. Da viceprefetto di Terni è poi stata trasferita a Bologna dove è stata componente del Comitato tecnico amministrativo istituito presso il provveditorato interregionale per le opere pubbliche Lombardia ed Emilia Romagna.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250