sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 12:21
10 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:51

Rinviato di due settimane il divieto pesca per la Tinca nel Trasimeno

«Temperatura dell'acqua inferiore a media stagionale ritarda il periodo riproduttivo»

Rinviato di due settimane il divieto pesca per la Tinca nel Trasimeno
Pesca al Trasimeno. Foto di Giorgio Brusconi

Il divieto di pesca alla tinca nel lago Trasimeno è fissato, per quest’anno, dal 1 giugno al 30 giugno. L’ha stabilito la Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore Fernanda Cecchini, posticipando di circa due settimane il periodo individuato nel regolamento regionale che disciplina l’attività di pesca professionale e sportiva nelle acque interne e che vieta la cattura della tinca dal 15 maggio al 15 giugno di ogni anno, in cui avviene principalmente la riproduzione.

Le ragioni del rinvio «Nel lago Trasimeno, negli ultimi mesi – spiega l’assessore Cecchini – la temperatura delle acque inferiore alla media stagionale e le particolari condizioni climatiche e ambientali stanno determinando un chiaro ritardo del periodo riproduttivo della tinca. Pertanto, abbiamo accolto la richiesta di Confcooperative di posticipare di 15 giorni il divieto di pesca a questa specie e abbiamo fissato i nuovi termini per il 2016, appunto dal 1 al 30 giugno». Il provvedimento – si legge nella nota della Regione – verrà comunicato agli organi preposti alla vigilanza e alle associazioni dei pescatori sportivi e professionali.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250