giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:19
12 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:08

Revolver e venti munizioni da guerra nell’armadio: polizia sequestra armi illegali al fratello violento

Denunciato un 50enne di Perugia che ha preso a schiaffi la sorella durante una lite. Lei, terrorizzata, si chiude a chiave in camera e chiede aiuto al 113 che scopre l'«arsenale»

Revolver e venti munizioni da guerra nell’armadio: polizia sequestra armi illegali al fratello violento
Le armi sequestrate dalla polizia

di En.Ber.

Sequestrate dalla polizia un revolver e venti cartucce illegalmente detenute da un cinquantenne di Perugia che aveva preso a schiaffi la sorella. Dopo l’aggressione, sfociata per questioni legate all’utilizzo di una casa di Assisi, la donna si è chiusa a chiave in camera e ha chiamato il 113.

L’arsenale Gli agenti sono andati nell’appartamento del 50enne a Perugia e insieme ad un fucile regolarmente detenuto hanno rinvenuto e sequestrato all’interno di un armadio quello che è stato definito «un vero e proprio arsenale»: revolver e munizioni non denunciate.

Munizioni da guerra Secondo quanto si è appreso in questura il perugino – denunciato per detenzione illegale di munizionamento da guerra e di armi – aveva anche una doppietta disattivata in maniera difforme rispetto a quanto prescritto dalla legge.

Armi sequestrate La polizia amministrativa gli ha sequestrato le armi e gli ha ritirato la licenza. La sorella dell’indagato – è spiegato in una nota – ha riportato «graffi, escoriazioni e lividi» per essere stata «afferrata al collo e colpita con un ceffone al volto».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250