lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:46
28 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:33

Renzi visita lo stabilimento Rocchetta a Gualdo: «Rimuovere ostacoli che legano le aziende»

Il premier incontra vertici e operai: «La nostra è una guerra contro la burocrazia che blocca l'Italia»

Renzi visita lo stabilimento Rocchetta a Gualdo: «Rimuovere ostacoli che legano le aziende»
Renzi in visita alla Rocchetta

«Siamo in una delle zone più belle d’Italia e quindi del Mondo. Dovremmo essere consapevoli di vivere qui e dobbiamo per questo motivo rimuovere gli ostacoli che ci sono, per poter lavorare bene e avere delle aziende punto di riferimento per il Paese». Lo ha detto il premier Matteo Renzi, facendo visita allo stabilimento Rocchetta di Gualdo Tadino, insieme al ministro Graziano del Rio, alla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, all’assessore Luca Barberini e al sindaco di Gualdo, Massimiliano Presciutti.

Sbloccare burocrazia Renzi ha visitato lo stabilimento di imbottigliamento, dopo l’inaugurazione della Quadrilatero – trattenendosi a colloquio con l’amministratore delegato Maurizio Bigioni. «Qui – ha detto il premier – abbiamo una realtà di altissima qualità a livello nazionale e mondiale. Se penso che un ricorso al Tar blocca un investimento da 30 milioni di euro che potrebbe dar lavoro ad altre 25 persone in questo territorio, in un periodo così critico, mi viene da mettermi le mano nei capelli. Dobbiamo sbloccare queste situazioni, non è possibile continuare in questo modo. Noi tutti i giorni stiamo provando a fare una battaglia contro la burocrazia per migliorare il sistema, un sistema che blocca l’Italia. Dobbiamo togliere le cose in più che fermano questo Paese e accorciare i tempi».

Benvenuto di Presciutti «E’ un enorme piacere averla ospite qui a Gualdo Tadino – è stato il benvenuto di Presciutti a Fenzi – in questa prestigiosa azienda. Qui davanti, quella che vede, è la grande famiglia di Rocchetta, un’azienda che da quando noi come amministrazione ci siamo insediati abbiamo subito contattato per chiedere due cose: continuare ad investire in Umbria a Gualdo Tadino e risanare un pezzo della nostra storia che è la gola della Rocchetta, colpita da un’alluvione qualche anno fa. Siamo un piccolo comune dell’Umbria che nel corso della nostra storia, mi riferisco al periodo post terremoto del 1997, ha già dimostrato di rimboccarsi le maniche e reagire di fronte alle difficoltà. Sono certo che anche oggi di fronte a tutte le difficoltà economiche che la crisi ci presenta, saremo pronti ad uscirne fuori con coraggio, purché il Governo ci metta nella condizioni di poter aiutare coloro che ancora oggi dimostrano spirito di iniziativa e voglia di fare».

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250