sabato 24 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:54
9 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:26

Renzi elogia Romizi, Pd perugino in rivolta: «Il premier non sa quello che succede in città»

Malumore dopo l'intervento del segretario in tv: «Ok il rispetto istituzionale ma il sindaco taglia i servizi e privatizza». Marini sui ballottaggi: «Pd senza alleanze rischia di avere tutti contro»

Renzi elogia Romizi, Pd perugino in rivolta: «Il premier non sa quello che succede in città»

Non è andata giù ai dem perugini l’uscita che il loro segretario nazionale, nonché premier, ha fatto durante la puntata di Otto e mezzo su La 7. Tutto, è quanto trapela fin dal primo mattino a Perugia, ma non un elogio così plateale a Romizi. Il capo del governo lo ha definito «un buon sindaco» parlando della sua disponibilità a collaborare con gli amministratori di qualsiasi colore politico e, in particolare, dell’attuazione del progetto sulla banda ultralarga di Enel, che vede il capoluogo umbro tra le città pilota. A piazza della Repubblica c’è forte nervosismo per le frasi del premier e così, dopo una mattinata di passione il segretario cittadino dei dem e il capogruppo in consiglio comunale Diego Mencaroni hanno preso carta e penna e scritto una risposta.

VIDEO: RENZI ELOGIA ROMIZI

Rischio strumentalizzazione «Capiamo – affermano in una nota il segretario – l’intento del premier di manifestare rispetto istituzionale da parte del governo nei confronti degli enti locali a prescindere dal colore politico di chi ne è a guida, ma, nel caso delle esternazioni sul sindaco Romizi, oltre a sottolineare il rischio che questo intento venga strumentalizzato dal centrodestra come sta accadendo in queste ore, vorremmo rimarcare che a Perugia c’è un sindaco che evita accuratamente di prendere posizione sulle questioni più delicate per la città, che sfugge il confronto coi cittadini e la partecipazione, che taglia servizi o li privatizza, che inaugura opere volute dalla precedente giunta, che chiude asili e chiude le porte in faccia alle educatrici precarie, che non ha un progetto per Perugia, che pratica scelte che accrescono il consenso ma che impoveriscono la città».

Renzi ci incontri «Se per caso il suo intervento era riferito al progetto della banda ultralarga – aggiungono Giacopetti e Mencaroni – allora è utile ricordare che è soprattutto grazie al gruppo Pd e alla giunta regionale se il Comune di Perugia non è uscito dal progetto di cablaggio regionale. Oggi sindaco e giunta vantano meriti per finanziamenti del governo nazionale. Saremmo ben lieti di incontrare il segretario Renzi – conclude la nota di segretario e capogruppo – per illustrare quanto sta accadendo in città e che cosa il Pd sta mettendo in campo».

Interviene Marini Allargando lo sguardo ai ballottaggio del 19, specialmente quelli nelle grandi città, a intervenire stavolta è la presidente Marini che da Roma, a margine della Conferenza delle Regioni, guarda «con preoccupazione» al fatto che «oggi il Pd in fase di ballottaggi rischia di non avere alleanze, con la possibilità peraltro che tutte le altre forze politiche si coalizzino contro». Un qualcosa di doloroso sperimentato sulla pelle del partito umbro due anni fa a Perugia. «Per questa ragione – continua la presidente – credo che il Pd debba tornare ad essere il perno delle alleanze strategiche nel Paese. Bisogna avviare una riflessione sull’identità del nostro partito e verificare se rappresenti ancora oggi le istanze dei ceti popolari e le fasce di popolazione che hanno vissuto peggio l’impatto della crisi. Il tema della rappresentanza di questa parte di popolazione – ha ribadito Marini – emerge a mio avviso molto chiaramente».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • J. Casablanca

    Siete bravi a fare opposizione futile e pretestuosa, ma dove eravate quando amministravano i vostri, a godervi i benefit o ad allestire la festa dell’Unità di turno ??????

  • Mario R.

    Abito in centro citta’ a Perugia e non vedo affatto quanto il capogruppo in consiglio comunale Diego Mencaroni sostiene. Io vedo un Centro Storico che sta rifiorendo, praticamente spariti gli spacciatori che erano stanziali a gruppi nutriti in tutti i vicoli, vedo continui lavori di sistemazione delle strade, vedo ogni settimana iniziative di ogni genere per attirare gente in centro,vedo P.zza Grimana rifatta, P.zza Matteotti sistemata, sento parlare dei lavori in corso al mercato coperto e via discorrendo. Risiedo qui dagli anni ’80 e MAI, nessuna giunta, ha fatto niente del genere nemmeno dietro la spinta di petizioni a suon di migliaia di firme. Beh se Renzi si e’ complimentato non prendetevela con Lui e fatevi un esame di coscenza.

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250