lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:31
17 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:17

Redditi di Terni e provincia sotto la lente della Uil: «Imprenditori più poveri degli impiegati»

Dato medio più alto nel capoluogo con quasi 20 mila euro, la più bassa a Calvi con 14.678 euro. Segretario Venturi: «Analisi su 2014 racconta un'evasione fiscale patologica»

Redditi di Terni e provincia sotto la lente della Uil: «Imprenditori più poveri degli impiegati»

Circa 27.700 euro di reddito medio per i professionisti, seguono i lavoratori dipendenti con 19.272 e terzo posto per imprenditori, commercianti e artigiani che dichiarano 15.583 euro. Chiudono il cerchio i pensionati con un reddito medio di 17.174 euro e colo che vivono di redditi da quote societarie o rendite finanziarie che dichiarano 11.681 euro medi.

Imprenditori più poveri degli impiegati Questi alcuni dei dati che emergono dal secondo rapporto della Uil di Terni che, in collaborazione col Servizio politiche territoriale del sindacato nazionale, ha fotografato i redditi dichiarati nel 2015 (quindi relativi al 2014) da circa 156 mila contribuenti residenti in provincia di Terni che possono contare su un reddito medio di 18.700 euro, superiori alla media regionale (18.574 euro medi) ma inferiori a quella nazionale (19.719 euro). I redditi più pesanti si registrano a Terni città con 19.961, segue  a ruota San Gemini con 19.828 euro, poi Orvieto con 18.984 euro, Porano con 18.841 euro e Narni con 18.205 euro, mentre quelli più bassi si registrano a Calvi dell’Umbria 14.678 euro, Castel Giorgio 15.405 euro, Lugnano in Teverina con 15.417 euro, Guardea 15.450 euro e Alviano 15.483 euro.

Il 43 per cento sono pensionati «Il 90,5 % dei contribuenti ternani – spiega Gino Venturi, segretario della Uil Terni – hanno reddito da lavoro dipendente e pensione in particolare il 47% dei contribuenti sono lavoratori e lavoratrici dipendenti (73.215 contribuenti); il 43,4% dichiarano redditi da pensione (67.583); il 2,3% redditi da lavoro da professioni (3.535); il 4,4% redditi da impresa (6.846 contribuenti); il 2,9% hanno redditi da partecipazioni societarie, rendite finanziarie e immobiliari (4.443 contribuenti)». E poi: «La fotografia delle dichiarazioni dei redditi nella provincia di Terni non rispecchia la reale situazione di ricchezza delle famiglie e sono lo specchio di come l’evasione fiscale abbia raggiunto livelli patologici, se è vero come è vero che i lavoratori dipendenti e pensionati dichiarano redditi superiori agli imprenditori. Curioso inoltre che i pensionati ternani in media guadagnino di più dei perugini e persino della media nazionale mentre i professionisti ternani sono più poveri dei perugini e di gran lungo sotto la media nazionale».

Meeting della Uil a Collerolletta Durante il meeting della Uil a Collerolletta verrà presentato un altro studio analitico realizzato appositamente da Luigi Veltro del dipartimento politiche territoriali della Uil nazionale e riguarda la capacità attrattiva per lo sviluppo del nostro territorio e quindi le prospettivi di lavoro. Proprio sulle opportunità per lo sviluppo del territorio e per l’occupazione, con particolare riferimento alla utilizzazione dei fondi strutturali europei si svilupperà i confronto a Collerolletta nella mattinata del 24 giugno tra Guglielmo Loy, segretario della Uil nazionale, i sindaci di Amelia Laura Pernazza di Orvieto Giuseppe Germani di Attigliano Daniele Nichi, degli assessori di Terni Stefano Bucari e di Narni Marco De Arcangelis, del consigliere regionale Eros Brega, dei dirigenti della Regione Luigi Rossetti e Lucio Caporizzi , di quello del Comune di Terni Marco Fattore. Il convegno [ coordinato da Pietro Frenquellacci. Sono in programma anche interventi di agenzie formative, operatori economici, professionisti, imprenditori, associazioni professionali e di categoria, ordini professionali e educatori. Viene anche distribuito un opuscolo a cura del centro di Formazione Professionale sul fenomeno della dispersione scolastica in Umbria.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250