sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 03:30
26 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:26

Rave party nei boschi di San Venanzo: 41 denunce

Carabinieri chiudono il cerchio intorno alla festa abusiva, nei guai giovani tra 20 e 35 anni

Rave party nei boschi di San Venanzo: 41 denunce

Rave party a San Venanzo, 41 denunce. È stato chiuso in queste ore dai militari di Orvieto il cerchio intorno al gruppo di giovani di età compresa tra 20 e 35 anni che lo scorso 15 e 16 agosto, nonostante la raffica di controlli predisposti dai militari preventivamente informati dell’evento abusivo, avevano raggiunto i terreni montani di proprietà privata dove per lunghe ore avevano ballato senza sosta.

Rave party di Ferragosto a San Venanzo Gli uomini del capitano Marco Rovaldi era venuti a conoscenza del rave attraverso i social network utilizzati per organizzare la festa e per questo avevano disposto una serie di posti di blocco stradali nelle arterie viarie circostante, procedendo al controllo di diverse decine di persone che avevano quindi desistito. Altri, però, avevano aggirato le pattuglie dei carabinieri, camminando a piedi e per lunghi chilometri nella zona boschiva fino per l’appunto a raggiungere il terreno privato. Il rave party è andato comunque in scena sotto gli occhi attenti dei militari che avevano predisposto una serie di servizi di osservazione utili a identificare i partecipanti.

Quarantuno denunce Gli accertamenti del caso, utili a dare un nome ai volti dei giovani, si sono conclusi in queste ore con la denuncia a piede libero di 41 persone provenienti da Umbria, Lazio, Toscana, Marche, Emilia Romagna e perfino Veneto e Lombardia. Per loro l’accusa è di invasione di terreni, disturbo delle occupazioni delle persone, deturpamento di cose altrui, danneggiamento ed abbandono di rifiuti. A loro carico è stato emesso anche il divieto di ritorno dal Comune di San Venanzo allo scopo di evitare che nuovi rave party possano verificarsi, anche perché nel 2014 nella stessa zona e con le stesse modalità.

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250