mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:44
10 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:11

PUNTO B – Cesena e Novara sfida clou. Play-off e play-out, tutti gli incroci decisivi

Perugia e Ternana non hanno più nulla da chiedere al campionato. Sfide appassionanti in testa e in coda: decisiva Latina-Vicenza

PUNTO B – Cesena e Novara sfida clou. Play-off e play-out, tutti gli incroci decisivi

Prosegue la nostra rubrica Punto B. Analisi della situazione, settimana dopo settimana, con risultati e classifica, ma anche curiosità, aneddoti, presentazione della giornata successiva

di Leo Forleo

Pareggi per Perugia e Ternana: i Grifoni onorano il campionato, le Fere conquistano la salvezza. Il Cagliari, con la vittoria di Bari, torna meritatamente in serie A. Solita bagarre in zona play-off dove ora al terzo posto c’è il Pescara ed al quarto il Trapani. Prossimo turno: Perugia al Curi contro la Pro Vercelli, Ternana a Lanciano, big-match al Manuzzi tra Cesena e Novara.

Perugia onora l’impegno Ormai, in questa stagione che volge al termine, non ci sono più obiettivi veri per i Grifoni che hanno voluto comunque onorare l’impegno a Livorno andando a strappare un punto con grande determinazione, spedendo -forse- i labronici in B. Nel frattempo, fervono i lavori in società alla ricerca della guida tecnica per la prossima stagione: si parla di un tecnico giovane e dalle grandi prospettive. Vedremo. Intanto, il presidente Santopadre avrà un incontro martedì con i tifosi storici (Quelli del Santa Giuliana) per condividere le scelte per il prossimo anno.

Ternana salva Le Fere avevano bisogno di un punto e non era facile conquistarlo contro il Cesena: ma gli uomini di Breda hanno lottato per conquistarlo ed, alla fine, hanno festeggiato la permanenza in B. E’ stato un anno “vissuto pericolosamente” (due allenatori, almeno due direttori sportivi, alcune scelte infelici) ma che alla fine regala un sorriso in più delle tante preoccupazioni: ed ora, è necessario programmare il futuro, ad iniziare dalla guida tecnica, sciogliendo (o meno) le ultime riserve su Breda.

Cagliari promosso in A Mancava solo la matematica certezza per la promozione del Cagliari, dopo un campionato vissuto quasi sempre da protagonista, e questa è arrivata in una serata magica, davanti agli oltre 30mila del San Nicola: con una squillante vittoria a Bari per 3 a 0, i sardi del presidente Giulini sono tornati, dopo un solo anno di purgatorio, in serie A. Non è facile riuscire nell’impresa dell’immediato ritorno nella massima serie, tutti i presidenti lo garantiscono all’indomani della retrocessione, ma ciò si può ottenere solo con scelte tecniche importanti ed una doverosa e giusta programmazione. Sicuramente, l’allenatore è stato uno dei principali artefici di questa annata: una scelta coraggiosa e vincente quella di Rastelli, che all’inizio ad alcuni aveva fatto storcere il naso, ma tutti oggi nell’isola sono grati al tecnico di Torre Del Greco che, insieme ad un gruppo fantastico per tasso tecnico ed esperienza, è stato più forte dei gufi e degli infortuni (tra tutti, ricordiamo quelli di capitan Dessena e Melchiorri). Adesso, per affrontare al meglio la nuova stagione, è necessario risolvere al più presto l’annosa questione dello stadio.

Rush finale Mancano 180 minuti alla fine della “regular season” di serie B e solo pochi verdetti sono arrivati: infatti, oltre alle promozioni in A di Crotone e Cagliari e la retrocessione del Como, tutto è ancora da decidere. E, probabilmente, come avvenuto nel 2014 e nel 2015, bisognerà attendere il fischio finale dell’ultima giornata di campionato. Per quanto riguarda la zona play-off, come visto, rallenta ancora il Bari di Camplone (due punti nelle ultime tre gare) a vantaggio del Pescara, che fa suo il derby con il Lanciano e sale al terzo posto scavalcando il Trapani, e proprio della squadra di Cosmi che, dopo il sofferto pareggio di Vercelli, si piazza in quarta posizione: abruzzesi e siciliani matematicamente qualificati agli spareggi per la promozione. Lo Spezia, dopo la vittoria nel Monday Night sul Brescia, sale al sesto posto mentre al settimo e ottavo ci sono rispettivamente Cesena (bloccato a Terni) e Novara (vittorioso sull’Ascoli): fuori dalla griglia, per il momento, la Virtus Entella dopo lo stop di Vicenza.
Si salva, oltre che la Ternana di Breda, anche l’Avellino di Tesser che aveva bisogno di un solo punto contro il Como, punto che è tranquillamente arrivato, come previsto. In zona play-out vince la paura di perdere: infatti, pareggiano la Pro Vercelli ed il Latina rispettivamente con Trapani e Crotone ma, soprattutto, finisce in parità lo scontro diretto tra Salernitana e Modena: i tifosi campani, che numerosi hanno affollato l’Arechi, forse si aspettavano un po’ di coraggio in più visto la posta in palio ma Menichini preferisce procedere con piccoli ma importanti passi. Il Livorno, con la mancata vittoria sul Perugia, forse ha visto sfumare l’ultima occasione per riavvicinarsi al treno dei play-out mentre per il Lanciano (che, ricordiamolo, se non fosse per la pesante penalizzazione avrebbe 46 punti come l’Ascoli) sconfitto seccamente a Pescara, ancora tutto può succedere visto che i frentani devono giocare con l’ormai salva Ternana e, all’ultima giornata, con il Livorno che sarà probabilmente già retrocesso.

La curiosità Ad Avellino una clamorosa svista della terna arbitrale: al 28° del primo tempo, dopo un’azione concitata nell’area del Como, l’arbitro espelle D’Angelo per una gomitata ai danni di un avversario ma il gesto violento non è stato commesso dal centrocampista irpino ma da un suo compagno, Chiosa. Incredibile lo scambio di persona con la prova tv che potrà ridare l’innocenza al “povero” D’Angelo.

La prossima per le umbre Serata di saluti per i Grifoni: il Perugia, infatti, disputerà l’ultima partita al Curi venerdì sera 13 maggio contro la Pro Vercelli. Occasione per congedarsi dai propri encomiabili tifosi e per il tecnico Bisoli, forse, per un’ultima emozionante passerella. Ma non sarà, calcisticamente, un impegno facile: infatti, i piemontesi sono in piena bagarre per la salvezza e verranno a Pian di Massiano per conquistare almeno un punto.

Per la Ternana, dopo i comprensibili festeggiamenti per aver conservato la categoria, una trasferta insidiosa sul campo del disperato Lanciano: per i frentani, solo una vittoria può significare mantenere accesa la fiammella della speranza.

La quarantunesima per le altre Il neo-promosso Cagliari ha nel “mirino” il primo posto ma per poterlo conquistare deve battere la Salernitana al Sant’Elia dove, comunque vada, sarà festa. Il Trapani ospita il “sazio” Crotone con l’obiettivo di vincere per – almeno – mantenere la quarta posizione, in attesa di novità da Modena dove il Pescara di Oddo, attualmente al terzo posto, troverà un avversario alla ricerca di punti salvezza. Il Bari sarà di scena al Rigamonti, opposto ad un Brescia che, dopo la sconfitta di La Spezia, è matematicamente fuori dai giochi; ma il match più importante per la zona play-off è lo scontro diretto del Manuzzi di Cesena tra i romagnoli di Drago e il Novara di Baroni: qualsiasi sarà il risultato di questa partita, l’Entella potrebbe rientrare in griglia play-off se dovesse battere in casa l’Avellino. Per la zona play-out, detto degli impegni di Salernitana e Modena, importantissima la sfida tra il Latina e il Vicenza: ai biancorossi manca ancora un punto per la matematica salvezza mentre ai pontini sarebbe utilissima una vittoria. Infine, il programma di sabato si chiude con la sfida di Ascoli tra marchigiani e Livorno, con gli uomini di Mangia alla ricerca della vittoria della salvezza. Domenica pomeriggio, trasferta tranquilla ma non scontata dello Spezia di Di Carlo a Como.

RISULTATI
Bari – Cagliari 0-3
Avellino – Como 1-1
Crotone – Latina 1-1
Livorno – Perugia 1-1
Novara – Ascoli 2-0
Pro Vercelli – Trapani 1-1
Salernitana – Modena 0-0
Ternana – Cesena 1-1
Vicenza – Entella 2-1
Pescara – Lanciano 4-0
Spezia – Brescia 2-1

CLASSIFICA
1. Crotone 79
2. Cagliari 77
3. Pescara 68
4. Trapani 67
5. Bari 65
6. Spezia 65
7. Cesena 62
8. Novara(-2) 62
9. Entella 61
10. Brescia 54
11. PERUGIA 54
12. Avellino 49
13. TERNANA 49
14. Vicenza 48
15. Ascoli 46
16. Pro Vercelli 43
17. Latina 42
18. Modena 42
19. Salernitana 42
20. Lanciano(-7) 39
21. Livorno 38
22. Como 30

PROSSIMO TURNO (sabato 14 Maggio, ore 15:00)
Perugia – Pro Vercelli (venerdì 13 Maggio, ore 20:30)
Ascoli – Livorno
Brescia – Bari
Cagliari – Salernitana
Cesena – Novara
Entella – Avellino
Lanciano – Ternana
Latina – Vicenza
Modena – Pescara
Trapani – Crotone
Como – Spezia (domenica 15 Maggio, ore 17:30)

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250