sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 15:48
23 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:59

Pronto il bando regionale per i Gal: ci sono 48 milioni. Ecco chi può presentare i progetti

Tutti i prerequisiti e le caratteristiche di chi accede al finanziamento e la destinazione delle risorse. Avviso pubblico il 4 maggio

Pronto il bando regionale per i Gal: ci sono 48 milioni. Ecco chi può presentare i progetti
Piediluco (foto M. Ilari)

Sarà pubblicato, sul bollettino ufficiale e nel canale bandi del sito istituzionale della Regione Umbria, il prossimo 4 maggio l’avviso pubblico per la selezione dei nuovi Gruppi di azione locale dell’Umbria in attuazione della misura 19 ‘Sostegno allo sviluppo locale leader’ del Programma di sviluppo rurale per l’Umbria 2014-2020. Ne dà notizia l’assessore regionale alle politiche agricole Fernanda Cecchini attraverso una nota.

L’assessore Cecchini A sostegno degli interventi promossi attraverso il Gal, la Regione ha previsto nel Psr 2014-2020 una dotazione di oltre 48 milioni di euro, per l’intero periodo di programmazione che corrisponde al 5% dell’intera dotazione del programma. Tali risorse dovranno essere anche destinate al finanziamento di interventi del bacino del Trasimeno. «Si tratta – ha detto Cecchini – di una consistente mole di risorse che rappresenta per i Gal una opportunità straordinaria per costruire progetti dal basso di sviluppo locale finalizzati a innovare e migliorare la qualità dei servizi culturali e turistici rivolti alle imprese, ma anche ai cittadini e alle loro famiglie. Nei prossimi cinque anni i Gal potranno svolgere le attività previste dal piano di sviluppo rurale e dare un aiuto consistente al lavoro dei Comuni. In questo percorso – ha concluso Cecchini – tutti debbono sentirsi protagonisti e cogliere le opportunità offerte da questo importante strumento».

Le caratteristiche del finanziamento Al bando possono accedere Gal già costituiti, o Gal costituendi che dovranno assumere la forma giuridica di società o di associazione con personalità giuridica riconosciuta, con capitale versato di almeno 50.000 euro. Ciascun partenariato per essere ammesso alla selezione dovrà presentare una strategia di sviluppo locale organizzata secondo un piano di azione locale. La popolazione del territorio interessato non deve essere inferiore a 40.000 abitanti e non deve essere superiore a 150.000 abitanti. Nel caso in cui il gal presenti la propria candidatura per un’area omogenea su cui ricadono Comuni di una delle tre aree interne, individuate dalla strategia nazionale aree interne (Snai) per l’Umbria, la strategia e il piano di sviluppo dovranno includere anche la strategia aree interne, per i Comuni ricadenti in detta area. Analogamente dovranno includere la strategia dell’investimento territoriale integrato (Iti) laddove presente. Il termine per la presentazione dei piani di azione locale dei Gal è fissato per l’11 luglio 2016. Il bando di selezione dei Gruppi di azione locale, delle strategie di sviluppo locale e dei piani di azione locale è disponibile per la consultazione nell’area tematica ‘Agricoltura e sviluppo rurale” della Regione Umbria.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250