mercoledì 1 giugno 2016 - Aggiornato alle 01:41
24 gennaio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:22

«Progetto Scenario», a Foligno esordio con Riotta: «Innovazione nostra scialuppa di salvataggio»

All'Umbra Group primo appuntamento dell'associazione fondata da Anna Ascani

«Progetto Scenario», a Foligno esordio con Riotta: «Innovazione nostra scialuppa di salvataggio»
Riotta sabato pomeriggio a Foligno

«L’innovazione è la scialuppa sulla quale possiamo navigare nelle pericolose acque del nostro tempo». Così Gianni Riotta, giornalista, ex direttore del Sole 24 Ore, intervenendo sabato pomeriggio alla prima delle quattro iniziative organizzate da «Progetto scenario», l’associazione presentata negli scorsi giorni dalla deputata umbra del Pd Anna Ascani. Al centro dell’appuntamento proprio il tema dell’innovazione, del quale si è discusso in una delle aziende umbre che più lavorano su questo fronte, ovvero la Umbra Group di Foligno. «L’innovazione – ha continuato Riotta – comporta la necessità di cambiare e un aggiornamento costante. Impone competizione globale e sfide difficili, tanto che a Davos si è stimato che lo sviluppo tecnologico nei prossimi anni creerà circa 2 milioni di posti di lavoro, ma ne distruggerà 7. Ma, se alziamo lo sguardo ad abbracciare la Storia con una prospettiva più ampia, l’innovazione è la grande leva che ha migliorato le condizioni materiali dell’uomo, ha allungato la sua vita, ridotto la povertà. Abbiamo una scelta drastica: governarla, o subirla».

L’incontro Nella sala, gremita, militanti e amministratori dem come il sindaco di Foligno e presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti. Tra gli interventi quelli di Antonio Baldaccini di Umbra Group, Alessio Romeo (Face4Job), Anna Amati (MetaGroup), Andrea Tittarelli (La Semente) Alberto Patriti (Asl Umbria2), Pierluigi Mingarelli (Lab Scienze), Renato Cesca (CNA e NFM), Agostino Ottavi (Social FabLab Orvieto), Massimo Belardinelli (Scuola “San Filippo” di Città di Castello), Stefano Rossi (Co-working Multiverso) e Maurizio Biscontini (Pitsart), mentre le conclusioni sono state affidate ad Alessandro Chessa (IMT). Soddisfatta per il risultato della prima iniziativa Anna Ascani: «Abbiamo discusso d’innovazione e ascoltato il racconto di tanti innovatori umbri nei settori più disparati, dal job recruiting, alla scuola, al coworking. Innovazione, per me, come diceva Albert Einstein, è smettere con la follia del ripetere le stesse cose aspettandosi risultati differenti. Innovazione è essere progressisti, ossia essere orientati dalla stella polare di creare pari opportunità ed equità».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250