sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 05:12
15 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 08:30

Processo su omicidio Ilaria Alpi e Milan Hrovatin: tra i testimoni l’imprenditore che offrì lavoro a Gelle

In aula: «Alcuni uomini del ministero mi chiesero di assumerlo nella mia officina ma non sapevo neanche come si chiamava. Feci semplicemente un favore a chi me lo aveva chiesto»

Processo su omicidio Ilaria Alpi e Milan Hrovatin: tra i testimoni l’imprenditore che offrì lavoro a Gelle
L'imputato

Nel processo di revisione per l’omicidio di Ilaria Alpi e Milan Hrovatin è stato sentito mercoledì dalla Corte d’appello di Perugia l’imprenditore che all’epoca diede lavoro ad Ahmed Ali Rage, detto Gelle, il somalo che prima accusò Hashi Omar Hassan e poi, dopo essere intervistato da ‘Chi l’ha visto?‘ svelò di essere stato pagato per farlo.

La procura generale Il sostituto procuratore generale Dario Razzi ha chiesto al testimone dell’accusa informazioni sul periodo in cui Gelle aveva lavorato da lui. Il testimone ha spiegato che furono uomini del ministero dell’Interno, con cui lui aveva rapporti commerciali, a chiedergli di «dare lavoro» a quel somalo di cui ha detto di non aver saputo mai neanche il nome. In aula il teste, ormai anziano, ha comunque indicato Gelle in un book fotografico.

IL VIDEO

Le officine L’imprenditore, che aveva delle officine presso cui avveniva normalmente la manutenzione delle auto di alcuni ministeri e delle forze dell’ordine, ha spiegato che lo accolse nella sua azienda dandogli «500 mila lire di tasca propria» per «fare un favore a chi me lo aveva chiesto». «Il ragazzo – sono state le sue parole – era accompagnato ogni giorno da due poliziotti che poi venivano a riprenderselo la sera. Non lavorava veramente, faceva solo qualche piccola commissione». «Se non mi sono mai preoccupato per questo ‘favore’? Più che altro mi preoccupavo da un punto di vista assicurativo ma mi dissero che non c’era problema, che per qualsiasi cosa ci avrebbero pensato loro». A Natale il somalo se ne andò e non ebbe più notizie di lui.

Il verbale Intanto è stato trasmesso alla Corte d’appello di Perugia tramite rogatoria il verbale dell’interrogatorio che la procura di Roma ha fatto ad Ahmed Ali Rage, detto Gelle. L’udienza riprenderà lunedì. Stamani in un sit-in in piazza Matteotti era presente anche il presidente delle Federazione nazionale della stampa Giuseppe Giulietti per chiedere l’accertamento della verità sul duplice omicidio di Mogadiscio.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250