14 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:10

«Premature ipotesi su destinazione fabbrica di Narni, ma serve conoscere proposte in campo»

Il sindaco De Rebotti avoca a sé e la conduzione della crisi fin qui affidata all'assessore

«Premature ipotesi su destinazione fabbrica di Narni, ma serve conoscere proposte in campo»
Francesco de Rebotti

di Francesco De Rebotti*

Sulla vicenda Sgl Carbon le prese di posizione che si sono susseguite in questi giorni vanno ricondotte ad un alveo di correttezza e razionalità. Preso atto del fallimento di reindustrializzazione di Elettrocarbonium con i conseguenti e negativi risvolti sui lavoratori e sull’economia locale, occorre guardare avanti ribadendo l’obiettivo dell’amministrazione comunale teso a salvaguardare e favorire la continuità di un’eccellenza produttiva unica nel nostro paese e che ha caratterizzato lo sviluppo di un intero territorio, garantendo tutti gli strumenti ordinari e straordinari che le istituzioni possono mettere a disposizione.

Lo stesso obiettivo e lo stesso impegno che vanno garantiti per eventuali progetti operanti in altri settori industriali che potrebbero palesarsi. Purché entrambe gli scenari siano indirizzati a garantire i livelli occupazionali diretti ed indiretti che erano presenti prima della chiusura di Sgl, con l’unico obiettivo del reimpiego di tutte le lavoratrici e lavoratori in mobilità da due anni, di quelli licenziati da Elettrocarbonium e di quelli dell’indotto. Ecco perché appare inutile e prematura qualsiasi valutazione in merito alla destinazione attuale e futura dell’area, sulla quale esistono norme definite che si applicano a seconda dei casi.

Ad oggi la priorità assoluta è quella del proseguimento della destinazione e dell’attività industriale del sito e una risposta in questo senso non può che venire, rapidamente, dal mercato. Ecco perché vogliamo conoscere, altrettanto rapidamente, le reali proposte in campo. In risposta alle opposizioni in consiglio comunale, come già avvenuto in passato nei confronti di altri miei collaboratori, tengo a ribadire la mia fiducia nella squadra di governo cittadino.

Nel contempo, vista la delicatezza dei passaggi in corso e coerentemente con i punti sopra riportati, tengo a precisare che assumo su di me, come avvenuto in passato, la conduzione della vicenda cercando da subito, ferma restando la distinzione dei ruoli, di creare un contesto coeso e rappresentativo degli interessi della collettività. Per questo invito la liquidazione di Sgl a fare presto ed approfonditamente le sue esclusive valutazioni in merito ad eventuali manifestazioni di interesse per ricondurre la vicenda, nel più breve tempo possibile, al tavolo ministeriale con le istituzioni e le forze sindacali, così come indicato dall’ultimo ordine del giorno del consiglio comunale di Narni.

*sindaco di Narni

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250