Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 21 ottobre - Aggiornato alle 22:46

Valfabbrica, Bacoccoli vince anche grazie a una lista forte: «In giunta vorrei un paio di esterni»

A pesare sul risultato anche la maggior notorietà del neo sindaco: «Urbanistica e tributi, servono competenze»

Enrico Bacoccoli

di Daniele Bovi

Lasciato da poco come dipendente, Enzo Bacoccoli rientra nel Comune di Valfabbrica con la fascia di sindaco. Il candidato della lista Insieme pre crescere ha infatti battuto l’assicuratore Marco Nazzarenni con 281 voti di scarto: 1.148 a 867 il risultato finale, 57% a 43% in termini percentuali. Bacoccoli a parte, a entrare in consiglio tra i banchi della maggioranza sono Silvia Cozzali (115 voti), Franco Anastasi (114), Umberto Tessitore (89), Lorenzo Caneschi (84), Venanzio Chiappini (80), Stefano Bordichini (77), Rolando Ligi (54) e Mara Agostinelli (41); per le opposizioni, oltre a Nazzareni (appoggiato dal fronte perugino anche da Blu e Nilo Arcudi) ci sono Sabino Dattoli (132 preferenze, record), Andrea Castagnoli (66) ed Elisa Boccacci (64).

TUTTI I RISULTATI

I voti La sfida di Valfabbrica era essenzialmente tutta interna al centrodestra – seppur venato di civismo – dato che il centrosinistra dopo la legislatura tribolatissima di Roberta Di Simone non si è presentato. Chi conosce a menadito il territorio e le sue dinamiche spiega che tutto sommato quello di domenica e lunedì è stato un risultato atteso. Molto più noto era Bacoccoli rispetto a Nazzareni, e lo stesso si può dire anche per la sua lista, con dentro buone competenze. Per quanto riguarda i 3 seggi, Nazzareni conquista Casacastalda essenzialmente grazie alla prestazione di Dattoli, vicesindaco quando la consiliatura Di Simone è andata in crisi. Nel seggio 1, quello della zona centrale, Bacoccoli ha vinto con un buon margine, ancora più consistente nell’area del circondario.

PERUGIA, IL NO VINCE SOLO IN CENTRO

La giunta Il neo sindaco ora dovrà mettere mano alla giunta, con l’idea di nominare come suo vice Chiappini e provare a far entrare due esterni in altrettante posizioni chiave: «Sabato – spiega Bacoccoli a Umbria24 – faremo una riunione. Vorrei un esecutivo forte con delle professionalità, magari dirigenti provenienti da altri Comuni. In settori come tributi e urbanistica occorrono competenze». Per il resto il sindaco parla di «qualcosa di commovente dopo essere stato per 42 anni in nell’amministrazione. Sono emozionato per la vicinanza dei cittadini e ho promesso loro che sarò al loro fianco a tempo pieno per risolvere i problemi. Faremo del Comune un palazzo di vetro».

UMBRI TAGLIANO 7 PARLAMENTARI

Blu Dall’altro fronte Adriana Galgano di Blu prova a guardare al futuro: «“Il successo è l’abilità di passare da una sconfitta all’altra e non perdere l’entusiasmo” scriveva Winston Churchill. Abbiamo perso a Valfabbrica ma potete contare sul nostro appassionato entusiasmo per la buona politica. Molti complimenti a Marco Nazzareni e alla sua ottima squadra. L’elettorato ha consegnato loro la responsabilità dell’opposizione con il 43% dei consensi. Un ringraziamento per ogni voto. Da qui si riparte».

I commenti sono chiusi.