lunedì 16 settembre - Aggiornato alle 22:40

Uno a testa per Lega, FdI, Progetto Perugia e FI: ecco i presidenti delle commissioni permanenti

La maggioranza trova l’accordo: Nannarone alla Prima, Fioroni alla Seconda, Casaioli alla Terza e Cesaro alla Quarta. Mori confermata alla Quinta

L'aula del consiglio comunale (foto ©Fabrizio Troccoli)

di Daniele Bovi

Sistemato il capitolo giunta e partita ufficialmente la consiliatura, a Palazzo dei Priori è tempo di avviare anche la macchina delle cinque commissioni consiliari permanenti; un dossier abbastanza importante dato che con le presidenze la maggioranza può accontentare, in parte, i consiglieri rimasti a mani vuote. Un accordo è stato trovato e prevede la distribuzione delle presidenze ai quattro partiti più importanti. Partendo dalla Prima commissione, cioè da quella che si occupa degli affari istituzionali, in pole c’è il 51enne Michele Nannarone, avvocato eletto con Fratelli d’Italia. La Seconda invece, che si occupa di bilancio oltre che di personale, sviluppo economico e partecipate, sarà presieduta dal leghista Alessio Fioroni.

PRIMA SEDUTA, ROMIZI: «ORA RICUCIRE»

Le commissioni Per quanto riguarda la Terza invece, che si occupa di Urbanistica, si parla dell’ex assessore Cristiana Casaioli, eletta con Progetto Perugia e tutt’altro che felice dato che puntava a un bis in giunta. Cultura, istruzione, turismo, sport e tempo libero, servizi sociali, igiene e sanità, mense e trasporti scolastici sono invece gli argomenti trattati dalla Quarta commissione, che sarà guidata dal forzista Michele Cesaro, riuscito a entrare in consiglio comunale ottenendo una sola preferenza in più (323 a 322) di Massimo Perari, consigliere uscente e, nell’ultimo scampolo di consiliatura, assessore al Personale. Come da tradizione invece la Controllo e garanzia è ad appannaggio delle opposizioni e a meno di sorprese è prevista la conferma della dem Emanuela Mori. Da definire invece l’assetto delle vicepresidenze, che spettano alle opposizioni.

FOTO: I VOLTI DI ASSESSORI E CONSIGLIERI

Capigruppo Per giovedì è prevista la prima conferenza dei capigruppo in cui si parlerà principalmente dell’organizzazione dei gruppi e del calendario delle commissioni. E a proposito di organizzazione, Giuliano Giubilei farà gruppo a sé mentre Lucia Maddoli (eletta vicepresidente del consiglio comunale) e Fabrizio Croce rimarranno sotto le insegne di «Giubilei sindaco». Per il resto, nell’ambito di un consiglio dove sono ben 26 su 32 i volti nuovi, nessuna sorpresa: Riccardo Mencaglia guiderà il gruppo di Fdi, Francesco Vignaroli quello di Progetto Perugia, Giacomo Cagnoli quello di Fi, Lorenzo Mattioni quello della Lega, Sarah Bistocchi quello del Pd, Tizi quello del M5s, Croce quello di «Giubilei sindaco», Massimo Pici quello di Perugia civica e Francesca Renda quello di Blu.

FOTO: IL PRIMO GIORNO DEL ROMIZI BIS

Mini-deleghe Trovato l’assetto delle commissioni, Romizi dovrà risolvere la questione relativa ai consiglieri delegati, cioè quella delle cosiddette mini-deleghe. Il punto di partenza sono le deleghe che il sindaco ha tenuto per sé (le più pesanti sono Sicurezza, Organizzazione dell’ente, rapporti con le due università e gli altri istituti di alta cultura e quelli con ospedale e Usl) e altre minori che potrebbero aggiungersi. In pole sembrano esserci Massimo Pici per Perugia civica (Sicurezza con un particolare focus su Fontivegge) e Fotinì Giustozzi di FdI (Politiche per il centro storico), seguiti dal forzista Cagnoli e da Renda di Blu.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.