giovedì 21 marzo - Aggiornato alle 07:04

Umbria senza un pronto soccorso pediatrico, Rometti e Squarta: «Attivatelo a Perugia e Terni»

I due consiglieri regionali hanno presentato una mozione sul tema: «Servono accoglienza, spazi e adeguati servizi sanitari d’urgenza»

Un pronto soccorso pediatrico

Un pronto soccorso pediatrico negli ospedali di Perugia e Terni. È la richiesta al centro di una mozione bipartisan presentata, in consiglio regionale, da Silvano Rometti (Socialisti e riformisti) e Marco Squarta (Fratelli d’Italia). «L’Umbria – spiegano Squarta e Rometti – insieme alla Basilicata e al Molise è una delle tre regioni d’Italia a esserne sprovvista. Ma è indispensabile assicurare ai piccoli un’assistenza specialistica in quanto neonati, lattanti, bambini e adolescenti necessitano di attenzioni differenti rispetto a quelle di un adulto. È necessario che ad accogliere un paziente pediatrico in pronto soccorso ci sia personale formato in maniera specifica disponibile 24 ore su 24 per garantire servizi a misura di bambino. La proposta – concludono – punta a far ottenere accoglienza, spazi e adeguati servizi sanitari d’urgenza dedicati in maniera esclusiva ai bambini». Nei giorni scorsi all’ospedale di Perugia è stato presentato un altro servizio che mancava in Umbria, cioè il trasporto d’emergenza neonatale.

I commenti sono chiusi.