Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 30 giugno - Aggiornato alle 19:30

Destra cattolica contro Tesei per l’Umbria Pride, Pillon: nessun collegamento coi posti al Senato

Per il senatore è una «sciocchezza» che dietro al caso del patrocinio della Regione all’evento ci sia una battaglia per le elezioni

«Leggo su alcune riviste online che avrei chiesto alla giunta regionale il ritiro del patrocinio all’Umbria pride per ottenere la candidatura al Senato al posto di Donatella Tesei.
Chi scrive queste sciocchezze farebbe bene a ricordare che le elezioni politiche si svolgeranno al più tardi nella primavera 2023, mentre il mandato di Donatella Tesei alla guida della regione Umbria scadrà nell’ottobre 2024, cioè un anno e mezzo dopo». Replica così il senatore Simone Pillon (Lega) all’articolo di Passaggi Magazine pubblicato su Umbria24 che, dietro lo scontro in corso tra la destra cattolica e la presidente, casus belli il patrocinio della Regione all’Umbria Pride, si celerebbe una battaglia, interna al partito, tutta contro Donatella Tesei. «Non si capisce – è la replica di Pillon – come potrei cercare di prendere il posto di chi, da presidente della Regione, è incompatibile con la carica di senatore. È invece evidente che la notizia (falsa e infondata) viene fatta circolare per alimentare sospetti di interessi personali che non mi appartengono in alcun modo. Ormai però non mi meraviglio più».

I commenti sono chiusi.