giovedì 18 luglio - Aggiornato alle 03:02

Terni, Venturi coordinatore di Senso civico: due eventi alle porte

Il capogruppo Gentiletti e la consigliera Pd De Angelis: «Comune aderisca al Climate strike»

 

L’esuberante Alessandro Gentiletti, in qualità di capogruppo di Senso civico in consiglio, sabato mattina ha radunato attorno a sé elettori, sostenitori e simpatizzanti in un’assemblea dal titolo ‘Incontriamoci’, alla quale ha preso parte anche il consigliere di Terni immagina Paolo Angeletti; i due sono sempre più vicini. In quell’occasione, Alessandro Venturi è stato incaricato di coordinare le azioni e le iniziative del gruppo, con il compito di organizzare gli eventi comuni e lavorare per realizzare le condizioni necessarie alla costruzione di una associazione che raccolga e sviluppi l’esperienza elettorale.

Venturi Alessandro è da sempre attivista della sinistra ternana, è stato candidato tra le fila della lista di Senso Civico ed è tra gli ideatori del progetto che alle scorse elezioni amministrative ha visto unite quelle forze civiche e politiche che ancora oggi dialogano e hanno voglia di continuare a lavorare insieme. «Incontriamoci è il titolo che abbiamo voluto dare alla nostra assemblea – dichiara Venturi – perché siamo fermamente convinti che la condivisione e la contaminazione di idee rappresenti l’unico modo per riportare i cittadini ad occuparsi della politica e la politica ad occuparsi dei cittadini. La sinistra a Terni è viva e pensiamo che se vuole giocare un ruolo da protagonista nel futuro per la nostra città debba prima di tutto ripartire da ciò che ci accomuna invece che da ciò che ci divide. L’obiettivo che ci poniamo come Senso Civico è proprio a questo: un punto di raccordo per le forze sociali, associative e politiche che vogliono ragionare insieme per costruire una vera alternativa a questo governo cittadino. Siamo convinti che sia essenziale anteporre lo studio e le idee allo scontro politico. Per questo stiamo programmando due iniziative su temi fondamentali per il nostro territorio come Ambiente – mobilità e sanità. Nei prossimi giorni creeremo dei gruppi di lavoro aperti, sia per l’organizzazione delle iniziative che di supporto all’attività del consigliere Gentiletti al quale va tutta la mia gratitudine per il lavoro che sta svolgendo. Come abbiamo ribadito più volte Senso Civico non è stato un mero cartello elettorale ma un punto di partenza per costruire qualcosa di più grande attraverso il contributo attivo delle forze vive della città. Il mio compito è semplicemente quello di coordinarle perché possa nascere una realtà politica utile per Terni».

Cambiamenti climatici A proposito di Ambiente, è stato proprio Alessandro Gentiletti a chiedere: «Il Comune di Terni aderisca al Climate strike, la giornata mondiale del 15 marzo per sensibilizzare i governi e l’opinione pubblica sul tema del riscaldamento e dei mutamenti climatici». L’adesione viene promossa anche dalla consigliera comunale Tiziana De Angelis (Pd). «Il 15 marzo  è stato indetto uno sciopero mondiale per il clima contro il riscaldamento globale e la distruzione delle biodiversità – scrive Alessandro Gentiletti (Senso Civico) –  chiedo all’amministrazione e all’assessora all’ambiente di aderire ufficialmente alla manifestazione e chiedo di porre in essere concrete iniziative volte ad avversare il collasso climatico ormai imminente, così come anche denunciato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Come primo gesto di adesione concreta oggi ho depositato un atto di indirizzo avente ad oggetto: Terni città plastic free  con il quale chiedo al consiglio di impegnare sindaco e alla giunta all’adozione di un’ordinanza che vieti l’utilizzo sul territorio comunale di piatti, bicchieri, cannucce e sacchetti per la spesa che non siano realizzati in materiale biodegradabile e compostabile, dopo aver delineato una rapida road map con le associazioni di categoria. Nel medesimo atto chiedo l’istituzione di un tavolo permanente volto allo studio di pratiche che premino, sia in ambito di regolamenti comunali relative per le licenze che da punto di vista di riduzione delle tasse, quelle attività commerciali che pongono in essere buone pratiche di riduzione del materiale inquinante».

Climate strike «Con l’iniziativa si chiede ai governi di mettere in campo azioni concrete contro il riscaldamento climatico – scrive Tiziana De Angelis (Pd) -. Un appuntamento simbolico che attende i giovani attivisti per il clima di tutto il mondo. Il giorno è stato fissato dalla sedicenne svedese  Greta Thumberg. In Italia sono previsti 109 appuntamenti-soprattutto marce,76 in Francia,141 in Germania , 81 nel Regno Unito  – ma anche Irlanda, Uganda,Thailandia, Colombia, Polonia.Vanno mantenute le promesse per salvare il clima  concordate nell’ambito dell’Accordo Di Parigi…e Greta Thumberg  sciopera ogni venerdì mettendosi davanti al Parlamento di Stoccolma. Alla marcia per il clima ci sarà anche il partito democratico dell’Umbria. Senza strumentalizzazioni si chiede di procedere uniti su tematiche di così grande valore e cogliere altresì lo spirito dell’iniziativa. Si chiede al Comune di  Terni  l’adesione formale alla marcia per clima  avviando la procedura per informare e comunicare alla Scuola del territorio la possibilità  di aderire  allo sciopero globale del 15 marzo e far veicolare tale messaggio all’intera  comunità. Ritengo questa iniziativa da parte degli studenti di tutto il mondo un momento di grande responsabilità civica, civile e di cittadinanza attiva».

I commenti sono chiusi.