Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 23:12

Terni sporca: la denuncia, le polemiche e la videosorveglianza che ‘non basta mai’

Rifiuti abbandonati: l’assessore Salvati attacca i giovani e l’opposizione dà la colpa all’amministrazione, Rossi chiede più telecamere

«Triste riflessione. Di sforzi ne facciamo tanti, convinti di voler raggiungere l’obiettivo di ricominciare a rendere decorosa questa città, ma vedere le foto di alcune vie del centro disseminata di rifiuti di vetro abbandonati soprattutto immagino da giovani donne e giovani uomini, residui di un sabato pomeriggio/sera ternano con il Covid, è assolutamente scoraggiante; e mi fa anche un po’ arrabbiare». Questo il post dell’assessore all’Ambiente Benedetta Salvati che se da un lato trova il plauso di diversi utenti Facebook, dall’altro incontra l’opposizione dei gruppi politici di minoranza in consiglio comunale.

Senso civico, Pd e M5s «La città – evidenziano i gruppi in questione – è in uno stato evidente di degrado e abbandono, con interi quartieri che difettano dello spazzamento o che vedono da tempo rifiuti abbandonati, tanto da essere diventati parte integrante del contesto urbano. L’assessore Salvati che ha pure la delega al decoro urbano ne tragga le dovute conseguenze invece che tentare in modo maldestro di addossare ai cittadini le colpe dell’amministrazione e fomentare pregiudizi medioevali verso le giovani generazioni. I Ternani in materia di raccolta rifiuti – lo dicono i dati sulla differenziata – sono virtuosi. Se si creano situazioni spiacevoli e perché qualcosa nella organizzazione della città non funziona.  L’assessora invece,di lanciare strali contro fasce di popolazione, verifichi quanti e quali interventi di pulizia vengono svolti nel fine settimana, in che condizione sia la rete dei cosiddetti cestini e se ci sia una dotazione congrua in particolare nelle zone a più alta socializzazione. L’assessora quando avrà raccolto questi dati informi la città e il consiglio comunali.Se dovesse emergere un quadro non sufficiente, non all’altezza di una città dalle dimensioni e dalla tradizione civica di Terni, chieda lei maggiore presenza all’Asm. Se l’assessora Salvati, invece, dovesse ritenere che il problema consista nel fatto che la sua collega con delega alla Polizia Municipale non abbia il polso della città, oppure quella con delega alle Politiche Giovanili non abbia presente le sfide che richiedono le nuove generazioni, prenda finalmente i provvedimenti che competono al ruolo che ormai da tempo si è auto assegnata: provveda a ritirare le deleghe e a fare l’ennesimo rimpasto di giunta».

Michele Rossi È in questo contesto che nel dibattito si inserisce anche il capogruppo di Terni civica Michele Rossi: «Nonostante la pandemia e tutte le regole per limitare il contagio – scrive -, si intensificano le scorribande del sabato sera, con bevute collettive che sfociano in ubriacature e risse, rottura di bottiglie e danneggiamento degli arredi pubblici e privati. Non si tratta di accusare i giovani di qualsiasi cosa, di prendersela semplicemente con loro, perché il problema e le ragioni sono sicuramente complesse, ma posso assicurarvi che trovandomi sabato scorso nel bel mezzo di una rissa in via Cavour, ho visto con i miei occhi il livello della situazione. (il problema è legato alla sicurezza oltre che al decoro). Oltre all’indignazione – ammonisce il consigliere di maggioranza – occorre porre in essere azioni concrete di contrasto a cominciare dall’implementare i controlli e dotarsi di strumenti utili. Riguardo i primi so che le forze dell’ordine stanno dando il massimo. Riguardo gli strumenti sono a chiedere l’installazione di nuove telecamere di videosorveglianza nei luoghi dove ancora mancano. E allora occorre provvedere ad installare nuovi sistemi, sperando possa servire da deterrente, in Via Sant’Alo’, Vico birreria, Vico delle Fornaci ove i cittadini esasperati denunciano essersi ultimamente intensificate queste pericolose situazioni». A questo proposito Michele Rossi ha presentato un atto di indirizzo.
Area degli allegati

I commenti sono chiusi.