domenica 17 novembre - Aggiornato alle 22:06

Terni, dopo due mesi il sindaco firma per la riqualificazione del centro nautico di Piediluco

Assente in Carit per il via ufficiale al progetto, Latini scioglie le riserve a seguito delle verifiche e si allinea a Regione e Federazione

Latini firma per Piediluco

Dopo due mesi arriva anche la firma del sindaco di Terni Leonardo Latini sul progetto di riqualificazione del Centro nautico di Piediluco. Il protocollo era già stato firmato nell’aprile scorso da Regione, Federazione di canottaggio e naturalmente Fondazione Carit, che proprio in queste ore è anche scesa in campo per il nuovo Palasport.

Alla firma ufficiale dell’accordo, che porterà al potenziamento del centro Paolo D’Aloja di Piediluco, il sindaco non si era presentato motivando l’assenza dell’amministrazione comunale con una serie di «accertamenti tecnici e amministrativi sull’intervento». Verifiche che, mai meglio precisate, sono state comunque archiviate positivamente nei giorni scorsi, quando la giunta ha deliberato di procedere alla sottoscrizione del protocollo. Il progetto di riqualificazione punta a rendere il sito di Piediluco base fissa della federazione nazionale e permettere alla struttura di candidarsi per l’organizzazione dei Mondiali del 2021. Per quanto riguarda il protocollo, pronto un milione di euro suddiviso tra Regione (800mila euro), Fondazione Carit (115mila) e Erg (80mila per il progetto esecutivo) per avviare il potenziamento del centro nautico, in diversi punti. Sono previsti interventi, tra gli altri, sul campo di regata, l’adeguamento delle reti strutturali, come il cablaggio e la trasmissione dati, l’allargamento degli spazi dedicati all’accoglienza di atleti, tecnici e pubblico.

I commenti sono chiusi.