domenica 18 agosto - Aggiornato alle 17:18

Terni, corsa contro il tempo per il bilancio: rischio richiamo dal prefetto

La giunta deve approvare quattro documenti finanziari entro il 28 giugno: tempo sostanzialmente scaduto

di Massimo Colonna

Corsa contro il tempo per la giunta del sindaco Leonardo Latini a Terni, con quattro bilanci da approvare prima in giunta e poi in consiglio comunale entro il 28 giugno. Ma nei corridoi di Palazzo Spada c’è già chi si aspetta un richiamo formale da parte del prefetto Paolo De Biagi. Sul tavolo ci sono quattro documenti contabili ‘pesanti’: ossia il bilancio consuntivo 2017, quello del 2018, il consolidato e il preventivo, entrambi del 2019.

I tempi Da regolamento infatti i vari consiglieri devono ricevere i documenti relativi all’atto da approvare venti giorni prima del voto a Palazzo Spada. Ma ai vari esponenti di partiti politici e liste civiche ad oggi sono arrivati soltanto gli atti relativi al bilancio consuntivo 2017. Considerando il fatto che gli ultimi tre atti devono ancora essere approvati in sede di giunta ecco che comunque, considerando i venti giorni di margine a disposizione dei consiglieri, si arriverà a superare la soglia del 28 giugno. E a quel punto arriverà il richiamo formale della prefettura, che indicherà poi una finestra temporale di ulteriori venti giorni.

Il parere La scadenza di giugno è stata fissata anche dopo un parere tecnico richiesto nei giorni scorsi dalla giunta al segretario generale Giampaolo Giunta, il quale ha così conteggiato i centoventi giorni seguenti all’approvazione del bilancio riequilibrato, il 16 aprile scorso, passato poi anche sui banchi dei tecnici del ministero dell’Interno.
Cinquecento pagine Intanto i consiglieri in queste ore hanno iniziato l’analisi delle 572 pagine di bilancio consuntivo 2017: per loro ci sarà anche la possibilità di presentare emendamenti (da formalizzare eventualmente cinque giorni prima del voto) per chiedere delle modifiche. Emendamenti (comunque difficilmente ipotizzabili su un documento come il consuntivo che rappresenta la fotografia di entrate e uscite, più verosimili invece per gli altri bilanci da prendere in esame) che avrebbero anche l’effetto pratico di allungare i tempi della discussione e quindi anche della seguente votazione.

@tulhaidetto

I commenti sono chiusi.