lunedì 29 maggio - Aggiornato alle 15:22

Spoleto, via libera unanime alla mozione per esaltare il Punto nascita

Erbaioli: «Vecchia di un anno, ora a Ostetricia manca di nuovo un medico». In consiglio ok anche al diario degli interventi stradali proposto da Cretoni

Ostetricia e ginecologia (foto Fabrizi)

di C.F.

Via libera all’unanimità alla mozione per far conoscere le specificità del Punto nascita di Spoleto. Dopo oltre un anno di attesa il consiglio comunale ha approvato e fatto proprio l’atto presentato dalla consigliera Carla Erbaioli (Pd) che, tra le altre, chiedeva di organizzare «un evento rivolto a tutta la popolazione femminile di Spoleto e del comprensorio con medici di medicina generale e specialisti del San Matteo per far conoscere il valore di Ostetricia e Ginecologia ma anche sensibilizzare sulle problematiche della sfera femminile e relative soluzioni». La mozione presentata nel marzo 2016 evidenziava anche l’arrivo di tre nuovi medici a reparto, ma giovedì in aula Erbaioli ha evidenziato: «Al momento manca un medico, invito quindi il vicesindaco Maria Elena Bececco a visitare le strutture complesse del San Matteo perché – ha detto la consigliera – la carenza di personale si riscontra anche in altri reparti». Approvata all’unanimità anche la mozione del consigliere Alessandro Cretoni (Forza Italia) che impegna l’amministrazione comunale «a predisporre un diario dei risanamenti stradali in cui pubblicare gli interventi previsti durante ciascun anno, dando così evidenza che il 50 per cento dei proventi delle sanzioni del Codice della strada vengono correttamente indirizzati per la messa in sicurezza delle strade e, al tempo stesso, evitando interventi a chiamata occasionali che non consentono di risolvere in maniera organica e compiuta le criticità dei tratti stradali cosi come sopra indicato».

@chilodice