lunedì 11 novembre - Aggiornato alle 23:58

Spoleto, il sindaco agli studenti terremotati della Alighieri: «Sede degna da settembre»

De Augustinis per l’Open day visita la scuola media da oltre due anni trasferita per danni in aule provvisorie

Il sindaco all'open day con gli studenti della media Alighieri terremotata

di C.F.

«Stiamo lavorando per restituirvi una sede degna e prestigiosa a partire dal prossimo anno scolastico». Così il sindaco Umberto De Augustinis all’open day della scuola media terremotata Dante Alighieri, trasferita dopo i terremoti di ottobre 2016 nell’edificio di via Ricci che ospita i coetanei della media Pianciani. Come noto la storica scuola del centro storico ha riportato un’inagibilità totale e avrebbe dovuto essere delocalizzata nel polo scolastico di San Paolo, ma l’amministrazione comunale, col placet del commissario Piero Farabollini e della Regione, ha optato per la ricostruzione della scuola media nella sua sede originaria.

«Sede degna da settembre» Al momento è ancora attesa l’ordinanza con cui Farabollini dovrebbe riassegnare al differente intervento i fondi già stanziati e si resta in attesa di capire se la Dante Alighieri in via don Bonilli sarà demolita e ricostruita oppure interessata da un intervento di adeguamento, ma in entrambi i casi, non essendo neanche iniziata la progettazione degli interventi, l’impegno appare molto ambizioso. Non è quindi escluso che sia al vaglio una sede provvisoria alternativa per la Dante Alighieri, anche se per ora De Augustinis sul punto non va oltre, limitandosi a quanto detto venerdì pomeriggio all’open day alla preside Alessia Marini e ad alcuni studenti della scuola media impegnati nel pomeriggio informativo dedicato ai bimbi dell’elementari, chiamati a scegliere dove proseguire gli studi. A loro De Augustinis, come si legge in una nota del Comune di Spoleto, si è rivolto assicurando di «essere al lavoro per restituire una sede degna e prestigiosa a partire dal prossimo anno scolastico. Un impegno che sta riguardando – ha sottolineato il sindaco – anche gli altri edifici scolastici, rispetto ai quali l’amministrazione sta seguendo costantemente l’iter per la realizzazione di tutti gli interventi necessari per il totale e pieno utilizzo».

@chilodice

I commenti sono chiusi.